Dura la reazione di Luigi Di Maio dopo il no di Mattarella: “Non vogliono il M5s al governo. Andare a votare ora è inutile perché le decisioni vengono presi sempre dagli stessi”.

ROMA – Subito dopo il no del Capo dello Stato a Savona, è arrivata la dura reazione da parte del leader del M5s, Luigi Di Maio: “Avevamo espresso Conte – ha dichiarato – come presidente del Consiglio, avevamo anche una squadra di ministri ma ci hanno detto di no perché il problema è che l’Europa per un uomo che andava a fare il ministro dell’Economia“.

Allora – continua – diciamolo chiaramente che è inutile andare a votare tanto i governi li decidono sempre le stesse persone“. E in diretta da Fazio su Rai 1 rincara la dose: “Chiedo l’impeachment per Mattarella. Cottarelli? Non ha la fiducia del Parlamento è assurdo“.

Governo, la dura reazione di Salvini: “Abbiamo dimostrato buon senso”. Meloni: “Alto tradimento”

Molto duro anche Matteo Salvini: “Abbiamo dimostrato – dichiara – buon senso e responsabilità ma purtroppo ci hanno detto di no. Noi abbiamo rinunciato a tutto ma ora non siamo più disposti a farlo. Quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini (fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/)

Anche il leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha attacco il presidente della Repubblica parlando di “alto tradimento“, come ha riportato La Repubblica. Difende Mattarella Silvio Berlusconi che in una nota ha scritto: “Il M5s che parla di impeachment è come sempre irresponsabile“.

L’ex premier, Matteo Renzi, su Twitter ha scritto: “Salvini non voleva governare: ha fatto promesse irrealizzabili, ha paura delle sue bugie, altro che Flat Tax e Fornero. E quindi ha usato l’alibi di un ministro per far saltare tutto: vecchio stile leghista. Ma minacciare Mattarella è indegno. Sulle Istituzioni non si scherza“.

Una situazione – ha detto Maurizio Martina a Che tempo che fadrammatica. Chiedo a Salvini e Di Maio di abbassare i toni“.

Di seguito il video con alcune parole di Salvini

Che brutta giornata per l’Italia e per la Democrazia.Era tutto pronto, anche io ero pronto a occuparmi di immigrazione e sicurezza, ma niente, qualcuno oggi ha detto NO.Il governo del cambiamento non poteva nascere, i Signori dello Spread e delle banche, i ministri di Berlino, di Parigi e di Bruxelles non erano d’accordo.Rabbia? Tanta. Paura? Zero.Cambieremo questo Paese, insieme.Io non mollo Amici, conto su di Voi.Prima gli italiani!

Pubblicato da Matteo Salvini su Domenica 27 maggio 2018

fonte foto copertina http://www.quirinale.it/elementi/Elenchi.aspx?tipo=Foto


Mattarella: “Il Capo dello Stato non può subire imposizioni”

Da Savona a Giulia Grillo: la lista dei ministri di Salvini e Di Maio