Il presidente della Camera, Roberto Fico, è intervenuto alla Festa dell’Unità a Ravenna: “La situazione della Libia è ereditata dalla Francia”.

RAVENNA – Tappa a Ravenna per il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha partecipato alla Festa dell’Unità organizzata dal Partito Democratico. L’inquilino di Montecitorio è l’unico esponente del M5s a prendere parte all’assemblea della sinistra, visto che Di Maio ha rifiutato l’invito.

Dopo aver visitato gli stand dei deputati, l’esponente dei grillini è salito sul palco per un confronto con Graziano Delrio. Il presidente della Camera ha esordito parlando della crisi libica: “Una situazione ereditata dalla Francia“. Poi si è soffermato più a lungo sul tema immigrazione: “Io sono intervenuto per fare scendere i profughi dalla Diciotti sin dal primo giorno. Ho preso posizione, come quando il ministro dell’Interno era Minniti. Intervengo quando si vogliono fare accordi con la Libia, che non è un porto sicuro, visto che i sindaci sono collegati alle milizie e di conseguenza ai centri di detenzioni, veri e propri centri business“.

ROBERTO FICO
ROBERTO FICO

Roberto Fico a Salvini: “Non me ne frega di rispondergli”

Il presidente Fico è ritornato anche sulla polemica con Matteo Salvini: “Non mi frega di rispondergli come di fare polemica. Io di quello che penso perché il Movimento l’ho costruito io. Conosco il mio partito e so che nei limi del contratto ci si può muovere ma troppo al di là non si può andare. Noi abbiamo un accordo con la Lega ma non un’alleanza. E alle europee andremo soli“.

Sul palco anche Graziano Delrio che ha escluso la possibilità di cambiare nome: “Non ne abbiamo bisogno. Alleanza con i M5s? Non è stata colpa di Renzi. Non c’erano le condizioni per firmare un’intesa visto che sia i nostri elettori che i loro erano contrari“.

Di seguito il video con le parole di Roberto Fico


Napoli, il sindaco de Magistris annuncia: “Stamperemo una moneta partenopea”

Crisi in Libia, Salvini attacca la Francia