Hamilton sulla Ferrari: “Ci sono stati dei contatti in passato, ma c’erano le condizioni per firmare il contratto”.

ROMA – Lewis Hamilton in un’intervista a La Gazzetta dello Sport è ritornato su un suo possibile approdo in Ferrari: “Non sono mai stato realmente vicino – ha ammesso il sette volte campione del mondo, riportato da Formula Passion abbiamo parlato in qualche occasione, ma non siamo andati oltre il capire che opzioni ci fossero sul tavolo e non erano mai quelle giuste […]. Credo che il tempismo conti e le cose alla fine succedono per un motivo. Nelle ultime stagioni il mio contratto scadeva sempre in anni diversi da quelli di tutti gli altri piloti. Alla fine è andata così“.

Il futuro di Hamilton resta in dubbio

La porta alla Ferrari resta aperta, ma in questo momento sembra essere difficile un suo approdo in Maranello. Il futuro del sette volte campione del mondo continua ad essere in forte dubbio. Il rinnovo con la Mercedes non è ancora arrivato.

Le trattative sono in corso e nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità. Si discute se arrivare fino al 2022 oppure prolungare di un solo anno. I dubbi saranno sciolti nel giro di pochi giorni e i tifosi sperano di vedere ancora in pita il britanico.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

A Maranello valutazioni in corso

A Maranello sono in corso le valutazioni. La Ferrari non vorrebbe cambiare la coppia formata da Sainz e Leclerc almeno fino al termine del 2022, ma tutto dipenderà dai risultati e da come si muoverà il mercato di Formula 1.

Hamilton resta in lista, ma non possiamo dimenticare il nome di Mick Schumacher. Il tedesco spera di arrivare sulla Rossa il prima possibile e la decisioni saranno prese non prima della fine della prossima stagione. Per lui il percorso naturale, però, sembra essere quello di un approdo in Ferrari nel 2023 dopo un passaggio in Alfa Romeo.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
ferrari Lewis Hamilton Mercedes motori News

ultimo aggiornamento: 19-11-2020


Il mercato delle auto si ferma in Italia. Le associazioni: “Rinnovare gli incentivi”

Il Boeing 737 MAX torna a volare dopo due incidenti e 20 mesi a terra