Caso mascherine, l’ex Commissario all’emergenza Domenico Arcuri indagato per peculato dalla Procura di Roma.

L’ex Commissario all’emergenza Domenico Arcuri sarebbe indagato dalla procura di Roma per peculato. La notizia arriva dalle colonne de la Verità. Stando a quanto riferito dal quotidiano, l’indagine si inserisce nel contesto del caso legato alla fornitura di mascherine cinesi. Un affare da 1,25 miliardi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Il caso delle mascherine cinesi

La fornitura di mascherine cinesi, come noto, è al centro di un’attività investigativa, con gli inquirenti chiamati a fare luce su un’operazione apparentemente non lineare o comunque caratterizzata da zone d’ombra che devono necessariamente essere chiarite.

Per il caso delle mascherine cinesi senza certificazione le autorità avevano già proceduto con un arresto e quattro misure interdittive.

Mascherine coronavirus
Mascherine coronavirus

L’ex commissario Domenico Arcuri indagato per peculato

Ora la Verità aggiunge un nuovo tassello nell’indagine: l’ex Commissario all’emergenza Domenico Arcuri indagato per peculato, un reato che prevede fino a 10 anni e mezzo di reclusione. Sempre secondo la ricostruzione del quotidiano, nel registro degli indagati ci sarebbe anche Antonio Fabbrocini, collaboratore di Arcuri.

La nota di Arcuri

Con una nota, l’ex Commissario Arcuri ha fatto sapere di non essere a conoscenza della sua iscrizione nel registro degli indagati ma ha assicurato che lui e “la struttura già preposta alla gestione dell’emergenza continueranno come da inizio indagine, a collaborare con le autorità inquirenti nonché a fornire loro ogni informazione utile allo svolgimento delle indagini“.

L’indagine e l’archiviazione

Nella giornata del 18 ottobre è stata confermata la notizia dell’iscrizione di Arcuri sul registro degli indagati, con i Pm che hanno chiesto l’archiviazione per l’ex commissario all’emergenza.

La sostituzione voluta da Mario Draghi

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, pochi giorni dopo il suo arrivo a Palazzo Chigi, aveva deciso di sostituire Domenico Arcuri con il Generale Figliuolo, nuovo commissario all’emergenza sanitaria al quale è stata affidata la gestione della campagna di vaccinazione in Italia. La scelta del premier era stata accolta con soddisfazione dalla Lega di Matteo Salvini e da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Si tratta dei due partiti che avevano fermamente condannato la gestione dell’emergenza da parte di Arcuri.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 11-04-2021


Vaccini, stop alle somministrazioni agli under 60. Come cambia la campagna di vaccinazione

Dazn down durante Inter-Cagliari. Protestano i tifosi: come faremo dal prossimo anno