Dramma in Kazakistan, bungee jumping si trasforma in tragedia: una donna di 33 anni è morta davanti suoi figli dopo essere precipitata da un’altezza di 25 metri.

Dramma in Kazakistan, dove una donna di appena 33 anni è morta davanti ai suoi figli mentre praticava bungee jumping, l’attività che consiste nel lanciarsi nel vuoto assicurati da una speciale corda elastica.

Si tratta di un’attività che ormai è in voga da anni tra gli appassionati di sport estremi. Questa volta però quella che doveva essere una giornata di divertimento si è trasformata in una tragedia.

Una delle corde di sicurezza non era fissata e la donna è precipitata nel vuoto da un’altezza di 25 metri circa. Inutili i tentativi dei medici. La donna è morta in ospedale dopo un intervento chirurgico alla testa.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Bungee jumping, donna di 33 anni muore dopo un salto da 25 metri. Una delle corde non era fissata

È successo a Karaganda, in Kazakistan. Un video circolato sulla rete mostra anche alcune immagini della tragedia. Nel filmato si vede la donna che cammina sul tetto di un hotel. Poi si lancia nel vuoto. Secondo le prime ricostruzioni, una delle corde di sicurezza non era fissata. La donna è precipitata da un’altezza di venticinque metri circa. Nel filmato si sentono le urla dei presenti, che intuiscono la gravità della situazione. Secondo quanto riferito da il Messaggero avrebbero assistito alla scena anche i tre figli della donna. Tutti minorenni.

Ospedale
Ospedale

I soccorsi, la corsa in ospedale e l’operazione chirurgica

Immediato l’intervento dei soccorritori. La donna è stata trasportata in ospedale con la massima urgenza. I medici l’hanno operata alla testa. Purtroppo i tentativi sono stati vani. La 33enne è morta poco dopo l’intervento.

ultimo aggiornamento: 11-10-2021


Delitto dell’Olgiata, il killer torna libero dopo 10 anni

Sospesa in via cautelativa la vice questore in piazza con i no Green Pass