Una donna di 69 anni è stata uccisa nel suo negozio dall’ex compagno. Una tragedia avvenuta nel pomeriggio del 19 febbraio.

GENOVA – Ennesimo femminicidio in Italia. Ad essere uccisa questa volta è stata una donna di 69 anni, aggredita nel suo negozio a Genova. Secondo quanto ricostruito da La Repubblica, il litigio che si è trasformato in tragedia sarebbe avvenuto intorno alle 19 del 19 febbraio.

Per l’omicidio è stato fermato l’ex marito della vittima, che ha confessato. È stato proprio lui ad uccidere la donna dopo l’ennesima discussione.

Secondo le testimonianze raccolte anche dai media locali, la vittima aveva deciso di rompere con il suo compagno perché la situazione si era fatta insostenibili. Lui avrebbe avuto il vizio del gioco, lei lo avrebbe sostenuto anche economicamente. Poi ha detto basta quando la situazione è diventata insostenibile.

Femminicidio a Genova, morta una donna di 69 anni

La vittima è Clara Ceccarelli, l’uomo che le ha tolto la vita era il suo ex compagno. Una vita trascorsa insieme tra la vittima e il suo assassino, poi la recente separazione, sembra voluta da lei. L’uomo non avrebbe accettato la separazione e ha iniziato a seguirla a casa, per strada e nel negozio. E proprio in questo edificio è avvenuta la tragedia.

Intorno alle 19 del 19 febbraio, l’uomo sarebbe entrato nell’esercizio commerciale e, al termine dell’ennesimo litigio, ha ucciso la donna con almeno trenta coltellate. Poche ore dopo l’uomo è stato trovato e arrestato. Secondo le prime informazioni, l’ex compagno della vittima stava tentando il suicidio. Gli uomini della Polizia lo hanno trovato in stato confusionale mentre tentava di gettarsi da via Mura della Cappuccine.

Auto polizia
Auto polizia

La donna si era già pagata il funerale

Stando a quanto emerso nel corso delle indagini, la donna si era già pagata il funerale. Questo indica che la donna aveva capito che la situazione per lei era particolarmente pericolosa.

Emergenza femminicidi in Italia

I primi due mesi sono stati davvero molto complicati per i femminicidi. Diverse le tragedie registrate nel nostro Paese in questo 2021. Una situazione che, secondo le ultime ricerche, potrebbe essere stata aggravata dal lockdown e dalle restrizioni dovute alla pandemia.

L’ultimo omicidio a Genova. Una donna di 69 anni è stata uccisa dall’ex compagno. Un nuovo dramma familiare avvenuto a poca distanza dalla tragedia di Pavia e dall’omicidio-suicidio di Vicenza. Un bilancio che, purtroppo, sembra essere solo provvisorio e nelle prossime settimane ci potrebbero essere altre vicende simili. E toccherà al premier Draghi trovare una soluzione.


Vaccini Covid, Pfizer può essere conservato tra i -25 e i -15 gradi

Catalogna, scontri a Barcellona: tre arresti