Gli uffici del ministero dell’Interno saranno aperti dalle 8 alle 16 per il deposito dei simboli legati alle elezioni del 25 settembre 2022.

Oggi sarebbe l’ultimo giorno relativo, in quanto domani, Ferragosto, sarà un giorno impegnativo per i funzionari del Viminale. Questi infatti dovranno analizzare i documenti, al fine di permettere, martedì, l’invio delle varie notifiche ai soggetti che hanno depositato i contrassegni, con richieste di integrazioni.

Si tratta di 81 simboli unici, palesati attualmente in Viminale. A seguito dei 55 contrassegni di venerdì, nella giornata di ieri sarebbero giunte ulteriori 36 delegazioni. Le bacheche impegnate sarebbero tre.

Ieri, la giornata è stata dedicata ai partiti leader delle varie coalizioni. Prima Fratelli D’Italia, il quale ha ripresentato il simbolo del 2018: fiamma tricolore con l’integrazione, in alto, del nome di Giorgia Meloni. Evidentemente quindi, la richieste della senatrice Liliana Segre, circa la richiesta delle rimozione della fiamma, non ha ricevuto una chiara accoglienza.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il Movimento 5 Stelle

A seguire, il Movimento 5 Stelle, rappresentato da Giuseppe Conte. Per Conte, si tratterebbe di un evento unico, circa il quadro di un presidente del Consiglio che consegna direttamente la documentazione necessaria al deposito del simbolo. “Cuore e coraggio” sono state le esclusive parole di Conte, il quale ha affisso il simbolo personalmente.

Infine, il Partito democratico. Arrivato in modalità distanziata rispetto all’intervento di Conte. Ma non sufficientemente per evitare la curiosa coincidenza: i due simboli, M5S e Pd, sono stati posti l’uno accanto all’altro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-08-2022


Anche Letta fa un video in tre lingue

Meloni illustra il significato della fiamma nel simbolo Fdl