La sinistra ha vinto le elezioni in Finlandia con il 17,7%, appena lo 0,2% in più del partito dei “Veri finlandesi”. Rebus di governo.

HELSINKI – Le elezioni politiche svoltesi in Finlandia hanno determinato un risultato sul filo del rasoio. A spoglio ultimato, i risultati dicono che il partito socialdemocratico ha ottenuto il 17,7% dei suffragi mentre i “Veri finlandesi”, formazione di estrema destra, si è fermato al 17,5%. I populisti, quindi, in crescita rispetto alle elezioni precedenti non riescono comunque a sfondare e a conquistare il primato.

I seggi in parlamento

Secondo i calcoli dei media locali, ai socialdemocratici vanno 40 seggi mentre i Veri Finlandesi conquistano 39 seggi. L’assemblea legislativa della Finlandia è composta da 200 parlamentari: pertanto, si rende necessaria un’alleanza di governo piuttosto ampia.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

https://www.youtube.com/watch?v=z0Ye606f3fk

https://www.youtube.com/watch?v=z0Ye606f3fk

Iniziativa in mano ai socialisti

Il leader del Sdp, l’ex sindacalista Antti Rinne, grazie al seggio di vantaggio dovrebbe ottenere l’incarico esplorativo di governo. Il suo partito, che ha puntato sulla lotta ai cambiamenti climatici e sulla difesa del modello di welfare, ha ottenuto la maggioranza relativa ma occorrerà trovare un vasto appoggio in parlamento.

Sconfitto il premier uscente

Il partito di governo uscente di Juha Sipila è stato sconfitto dopo anni di politiche di austerità, piazzandosi al 4° posto, dietro anche ai conservatori.

Il tweet di Salvini

Il leader della Lega, Matteo Salvini, si è congratulato attraverso twitter con i “Veri Finlandesi” dopo il risultato ottenuto. E guarda all’appuntamento delle elezioni europee.



Morta Mirjana Markovic, vedova del politico serbo Slobodan Milosevic

Si è spenta a 83 anni Bibi Andersson