Calabria, il M5S correrà da solo. Il Pd punta su Talarico

Elezioni regionali in Calabria: M5S ha il suo candidato, Talarico per il centrosinistra

Il 26 gennaio di terranno in Calabria le elezioni regionali, dopo l’annuncio di Oliverio. Il M5S si presenterà da solo, il Pd ufficializza l’imprenditore Talarico.

CATANZARO – La corsa alla poltrona di governatore della Calabria entra nel vivo. I partiti sono alla ricerca delle candidature e delle alleanze.

Calabria al voto il 26 gennaio 2020

Come in Emilia-Romagna, anche in Calabria si voterà il 26 gennaio 2020. Gli elettori saranno chiamati alle urne per eleggere giunta e consiglio dopo lo scandalo che ha travolto Mario Oliverio, governatore nel Pd.

Il M5S ha il proprio candidato

A dispetto delle voci e interpretazioni ricorrenti, la rappresentanza parlamentare calabrese del Movimento 5 Stelle ha mostrato compattezza integrale al previsto incontro con il capo politico Luigi Di Maio, volto a proseguire il percorso già avviato per le elezioni regionali della Calabria. Il nostro candidato governatore è figura di altissimo profilo, su cui convergiamo uniti e concordi“. E’ quanto afferma, in una nota, il deputato M5S Paolo Parentela, coordinatore della campagna elettorale in Calabria. “Pertanto in attesa che anche il garante del Movimento condivida le nostre proposte, come è giusto che sia, continueremo a concentrarci sul programma elettorale e a dialogare ogni giorno con le tante espressioni della Calabria che vuole voltare pagina, che intende archiviare l’infausta esperienza amministrativa di Mario Oliverio, da cui il Pd non ha inteso prendere le dovute distanze, ed evitare che la Regione sia consegnata nelle mani di un Centro/Destra pronto a replicarne metodi, pratiche e disastri“.

https://www.youtube.com/watch?v=Y9-snhN_lbY

Il Pd punta su Maurizio Talarico

Per quanto riguarda il Partito Democratico, sarà l’imprenditore Maurizio Talarico a guidare il nuovo corso dei democratici. “Amo moltissimo la mia terra. Ho accettato la candidatura per l’amore che le porto: di fronte alla rinuncia di Rubbettino arrivata oggi, non ho potuto tirarmi indietro“. Così a Adnkronos il re delle cravatte, originario di Pizzo Calabro.

Centrodestra, no della Lega a Occhiuto

Nel campo del centrodestra tiene banco la candidatura di Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza. La Lega ha fatto sapere di non essere disponibile a sostenere l’esponente di Forza Italia, coinvolto nella medesima inchiesta che ha travolto Oliverio.

ultimo aggiornamento: 19-11-2019

X