Enrico Preziosi ha salutato il Genoa dopo quasi 20 anni: ecco la nuova posizione e chi è il fondo 777Partners

Adesso è ufficiale: anche il club più antico d’Italia non ha più i colori azzurri. Enrico Preziosi infatti ha venduto il Genoa al fondo americano 777 Partners. Fondata nel 2015 da due magnati americani, Steven Pasko e Josh Wander, si tratta di una società statunitense con sede a Miami che si occupa di investimenti privati con un focus particolare sui servizi finanziari. Negli ultimi anni, poi, la società si è “allargata”, iniziando a investire anche in ambiti diversi, dalle assicurazioni all’aviazione fino all’intrattenimento, aprendo uffici in Europa (con Londra come quartier generale) e in Asia.

Il ruolo di 777 Partners nello sport

Dopo la prima tranche da 20 milioni, gli americani sono sbarcati anche in Italia. Al momento il fondo americano vanta 49 società, tra le quali – restando nel mondo dello sport – anche 1190 Sports e Fanatiz, società di promozione del calcio femminile Ata Football o i London Lions, la principale squadra di pallacanestro di Londra. Mentre nel calcio maschile detiene il 6% delle quote di minoranza del Siviglia.

Il nuovo ruolo di Enrico Preziosi

Giornata storica per il Genoa dopo la cessione di Enrico Preziosi al fondo americano 777Partners. Come si legge in una nota diffusa l’ANSA, ecco il suo nuovo ruolo: “Enrico Preziosi ha ceduto il Genoa al fondo di investimenti americano 777Partners. L’operazione avviata alcuni mesi fa, e che ha vissuto ad agosto la due diligence, ha visto un primo fondamentale passaggio proprio oggi con il pagamento di una prima tranche che, secondo fonti vicino alle parti, dovrebbe essere di circa 20 milioni di euro.

A passare di mano sarà l’intero pacchetto azionario anche se Enrico Preziosi inizialmente rimarrà legato alla sua ex società con un incarico istituzionale. Preziosi aveva salvato il Genoa dal fallimento nel 2003 riportandolo in serie A nel 2007 e da allora aveva sempre mantenuto la massima categoria”.

ultimo aggiornamento: 22-09-2021


Istat, nel 2020 rapporto deficit-Pil al 9,6 per cento. In calo il reddito disponibile delle famiglie

Chi sono i proprietari stranieri delle squadre di Serie A