Veronetta, esplosione in un appartamento: sei feriti, uno sarebbe in gravi condizioni per le ustioni.

È di sei feriti il bilancio dell’esplosione avvenuta la mattina del 18 settembre a Veronetta. La detonazione è avvenuta in un appartamento nei pressi di via San Giovanni in Valle intorno alle otto di mattina. In via di accertamento le cause dell’esplosione. Non si escluderebbe che possa essere stata causata da uno dei residenti dello stabile.

Esplosione in appartamento a Veronetta

L’esplosione è avvenuta in una palazzina in via San Giovanni in Valle intorno alle otto del mattino. Immediato l’intervento degli uomini del 118 e dei vigili del fuoco, che hanno domato le fiamme e messo in salvo le persone che si trovavano nello stabile.

Le cause

Da chiarire le cause della detonazione. Stando a quanto riferito dai media locali, l’esplosione sarebbe stata causata volontariamente da uno degli inquilini dello stabile, che avrebbe ricevuto un ultimatum per un avviso di sfratto. Ovviamente le testimonianze raccolte dovranno essere vagliate dagli inquirenti che dovranno fare luce sulle effettive cause dello scoppio.

Sul posto dell’incidente si è recato anche il sindaco di Verona, intenzionato a toccare con mano la situazione per fare il punto.

Vigili del Fuoco

Il bilancio: sei feriti, uno sarebbe in gravi condizioni

Il bilancio conta sei feriti. Quattro persone hanno riportato solo lievi feriti, mentre per due soggetti si è reso necessario il trasferimento in ospedale. Uno sarebbe in gravi condizioni per le ustioni riportate, l’altro per un’intossicazione causata ovviamente dal denso fumo che in poco tempo ha invaso la struttura.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca verona

ultimo aggiornamento: 18-09-2020


Usa, morto Winston Groom, autore di Forrest Gump

Firenze, colpisce agente e fugge dal Tribunale con le manette ai polsi. Salvini, ‘Serve taser’