Europei volley femminile, Italia-Belgio 3-1. Azzurre inarrestabili e quarti di finale conquistati. Egonu la migliore con 27 punti.

BELGRADO (SERBIA) – Europei volley femminile, Italia-Belgio 3-1. Non si ferma la corsa delle azzurre nella manifestazione continentale e i quarti di finale sono stati conquistati in una sfida sicuramente giocata bene per tre set su quattro.

Ora le azzurre aspettano la propria avversaria che sarà molto probabilmente la Russia. Una squadra sicuramente molto ostica e serve alzare il livello per riuscire a portare a casa la vittoria.

Il resoconto della sfida

Nel primo set la squadra di Mazzanti ha spinto da subito sull’acceleratore. Un doppio break di quattro punti ha permesso ad Egonu e compagne di mettere al sicuro la sfida e chiudere con un parziale netto di 25-14. Maggiori difficoltà, invece, nel secondo set. Il Belgio riesce a rispondere punto su punto e soprattutto nel finale (dopo un recupero dell’Italia dal 13-17 al 18-17) a riportarsi in parità alla prima possibilità (25-23).

Un piccolo falso per Egonu e compagne che non ha compromesso il cammino. Nel terzo e nel quarto set l’Italia non ha più sbagliato e con i parziali di 25-17 e 25-12 hanno conquistato l’accesso ai quarti di finale. La migliore (nonostante qualche errore di troppo nel secondo set) è stata ancora Paola Egonu con i suoi 27 punti. In doppia cifra anche Sylla (14) e Pietrini (19). Da segnalare anche l’ottima prestazione del libero De Gennaro.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Paola Egonu
Paola Egonu

Il tabellino

Di seguito il tabellino di Italia-Belgio 3-1 (25-14 23-25 25-17 25-12)

Italia: Sylla 14, Chirichella 9, Orro 3, Pietrini 19, Danesi 7, Egonu 27, De Gennaro (L), Malinov 1, D’Odorico, Parrocchiale. N.e. Gennari, Bonifacio, Nwakalor, Mazzaro (L). Coach Mazzanti

Belgio: van der Vyer I. 1, Guillams 7, Sobolska 1, van Avermaet 7, van Gestel 11, Janssens 8, Rampelberg (L), Lemmens 2, Stragier 1, van Sas 1, Demeyer (L), van de Vyver 1. N.e. Gilson. Coach van de Broek

Arbitri: Nurper Ozbar (Turchia) e Alexey Pashkevich (Russia)


Incredibile Bebe Vio. La grande impresa dietro l’oro: “Ero messa proprio male”

Us Open, subito fuori Giorgi ed Errani. Avanti Paolini