Un grattacielo di 38 piani è stato evacuato a Sidney. I residenti hanno sentito un ‘crack’ e per questo motivo si è preferito isolare la zona.

SIDNEY (AUSTRALIA) – Vigilia di Natale ricca di paura per le circa tremila persone che sono state evacuate da un grattacielo di 38 piani a Sidney. Secondo quanto riportato dai media locali che citano testimoni, la decisione è stata presa dalle autorità locali dopo che alcune persone hanno riferito di aver sentito un “forte crack“.

Per precauzione la polizia e i vigili del fuoco hanno fatto sgomberare la zona con gli ingegneri che sono al lavoro per cercare di individuare i motivi che hanno portato l’edificio a muoversi di uno o due millimetri. Difficilmente le persone evacuate potranno tornare a casa in poco tempo.

viaggiare sicuri australia
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/sydney-australia-ponte-teatro-2651711/

Evacuata la Opal Tower a Sydney, era stata aperta nel 2018

Tanta paura tra gli abitanti come conferma uno dei responsabili dei vigili del fuoco citato da Repubblica: “La polizia ha ricevuto una telefonata che segnalava un forte scricchiolio al decimo piano dell’edificio”. Accertato anche lo spostamento di uno o due millimetri: “Mi è stato detto dagli ingegneri – riferisce uno degli inquirenti – che la struttura si è mossa di poco“.

Ancora non è stato comunicato ai cittadini quando potranno tornare nelle proprie abitazioni. Per il momento sono state trovate delle soluzioni temporanee nelle vicinanze. Una vigilia di Natale non proprio ideale per oltre tremila persone che si sono visti prive della propria casa.

La Opal Tower – riferisce la testata ABC – si trova all’interno del villaggio olimpico di Sidney. L’edificio con quasi 400 appartamenti è stato ultimato negli ultimi anni e inaugurato nel 2018. Interpellata dai quotidiani locali la società immobiliare conferma che “il costruttore è stato informato“.

Siamo consapevoli – dichiarano – delle preoccupazioni sorte in relazione all’edificio“. Le indagini proseguiranno nelle prossime settimane per fare chiarezza sui motivi del crack.

fonte foto copertina pixabay.com/en/sydney-opera-house-australia-363244/


Ragazza italiana morta in Messico: possibile suicidio

Voto anticipato in Israele. Il premier Netanyahu: il Governo sarà riconfermato