Iniziativa della Fiorentina che esaudisce i desideri dei tifosi delusi, con venti euro potranno cambiare il nome di Vlahovic sulla maglia.

La vendita di Dusan Vlahovic agli storici rivali della Juventus non è stata di certo ben accolta dai tifosi della Fiorentina. Tifosi e ultras insorti sui social molto prima dell’’annuncio ufficiale del trasferimento, dall’annuncio del mancato rinnovo. Ora a Firenze si cercano metodi alternativi per scordare il passato e accontentare soprattutto tutti i tifosi ancora in possesso di una delle maglie viola numero 9. Con il nome del forte attaccante serbo stampato sulle spalle. Non sarà di certo facile sostituire Vlahovic per la Fiorentina: sul terreno di gioco ci proverà Arthur Cabral. Nuovo acquisto della società viola di Rocco Commisso che ne ha già preso anche il numero di maglia. L’attaccante brasiliano Arthur Cabral è stato acquistato per una quindicina di milioni dal Basilea.

Dusan Vlahovic Fiorentina
Dusan Vlahovic Fiorentina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’iniziativa marketing della Fiorentina

Cogliendo al volo l’occasione, il Fiorentina Store Stadio di fronte al Franchi ha lanciato un’iniziativa che sta spopolando sui social e nel web. “Vabbè Firenze Città d’arte…se vieni ti cambiamo il nome con 20 euro..che sia il tuo o di Cabral”, così scritto su Facebook e Instagram oltre che su Twitter pubblicando i vari stadi di trasformazione di una terza maglia gialla della Fiorentina: da Vlahovic a Cabral per cancellare il passato. Offerta anche la personalizzazione con il nome proprio. La Fiorentina oltre Arthur Cabral ha anche acquistato Piatek, l’ex giocatore acclamato dai tifosi rossoneri è arrivato in sordina ma non è detto che non riuscirà a conquistare il popolo viola. Vedremo se Arthur Cabral sarà subito pronto per scendere in campo da titolare o se Piatek riuscirà a conquistare il posto a sorpresa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 01-02-2022


Milan, Ibrahimovic: il derby è a rischio, corsa contro il tempo

Inter, come arriva al derby: da valutare Lautaro Martinez e Alexis Sanchez