Sebastian Vettel in McLaren? Il futuro del pilota tedesco potrebbe essere nel team inglese.

ROMA – Il futuro di Sebastian Vettel in McLaren? Il team inglese nelle prossime settimane potrebbe decidere di entrare nel vivo nella trattativa per portare il pilota tedesco nella propria scuderia. Un affare destinato a concludersi soprattutto in caso di addio di Carlos Sainz, finito proprio nel mirino della Ferrari.

Il futuro di Sebastian Vettel

Il futuro di Sebastian Vettel continua ad essere in forse. Il pilota tedesco, infatti, sta valutando la possibilità di prendersi un anno sabbatico in attesa della Mercedes ma non sono escluse possibili sorprese.

Il ferrarista sta vagliando tutte le ipotesi e la decisione potrebbe essere presa solo al termine della stagione. Difficile in questo momento capire la soluzione ideale visto che il suo obiettivo di andare alla Mercedes sembra essere ormai definitivamente svanito. La possibilità di fermarsi un anno resta reale anche se la McLaren spinge per portarlo nel proprio team soprattutto in caso di mancato rinnovo di Carlos Sainz, sempre più in orbita Ferrari. Da capire, inoltre, se Vettel accetterà un contratto annuale o è alla ricerca di un progetto più a lungo termine.

Sebastian Vettel
Monza 06/09/2019 – prove libere F1 / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Sebastian Vettel

Mercedes o Red Bull nel 2022?

I piani di Vettel non sono ancora decisi con la Mercedes o la Red Bull che potrebbero diventare obiettivi reali nel 2022. In particolare il team tedesco in caso di rinnovo annuale con Hamilton.

Più difficile, invece, immaginare un suo ritorno nella scuderia vista la presenza di Verstappen fino al 2023. La convivenza tra i due sembra quasi impossibile. Ma la porta non bisogna considerarla completamente chiusa visto che in caso di stagioni non di alto livello il pilota olandese potrebbe decidere di cambiare scuderia e in questo caso la prima opzione per la sua sostituzione dovrebbe essere proprio Vettel.


Leclerc, “Con Vettel momenti di tensione in pista ma c’è sempre stato rispetto”

Ferrari, i nomi per il dopo Vettel