Formula 1, le prove libere del GP di Arabia Saudita. Mercedes subito davanti. Paura per Leclerc.

JEDDAH (ARABIA SAUDITA) – Le prove libere del GP di Arabia Saudita, penultimo appuntamento di Formula 1, hanno subito dato dei segnali in vista della gara di domenica. Nuovo duello tra Hamilton e Verstappen per la vittoria, ma l’AlphaTauri di Gasly ha dimostrato di essere in palla. Buoni segnali in arrivo anche dalla Ferrari anche se il brutto incidente avuto da Leclerc nella seconda sessione potrebbe compromettere un po’ il weekend del monegasco.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Hamilton il più veloce nella seconda sessione di libere

Una seconda sessione di libere che ha visto la Mercedes davanti a tutti. Hamilton ha preceduto il compagno di squadra Bottas. In scia Gasly, mentre Verstappen è un po’ più staccato in quarta posizione. Venerdì di Jeddah che ha confermato anche una Alpine davvero in palla. Alonso e Ocon subito dietro l’olandese e davanti la Ferrari di Sainz. Tsunoda e Perez vanno a chiudere la top ten insieme a Leclerc. In grossa difficoltà, invece, la McLaren fuori dalla top ten e chiamati sicuramente ad un cambio importante per provare a centrare un risultato importante.

Come detto nel finale il monegasco è stato vittima di un brutto incidente. La Ferrari dopo l’impatto con le barriere è distrutta mentre il monegasco è uscito illeso. Ora nelle prossime ore si capirà meglio i danni procurati da questo botto.

Charles Leclerc
Charles Leclerc

Il resoconto della FP1

Per Hamilton la giornata era iniziata nel migliore dei modi con il miglior crono nella FP1. In mattinata, però, alle sue spalle Verstappen, bravo a tenere il ritmo del britannico e chiudere sotto il decimo. Terzo Bottas davanti ad un ottimo Gasly, ormai in palla da diverse settimane, e uno straordinario Giovinazzi. Sainz e Leclerc in settima posizione. Ricciardo Alonso e Vettel a completare la top ten.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 03-12-2021


Dispositivi per alterazione delle emissioni, l’U chiede all’Italia di sanzionare Fca

Mercato auto, novembre nero: registrato un -24,6 per cento in Italia