Un francobollo sarà dedicato a Gianni Agnelli. L’uscita è prevista per il 12 marzo 2021.

ROMA – Un francobollo per ricordare Gianni Agnelli nel giorno del suo centesimo compleanno. L’uscita, infatti, è prevista per il 12 marzo 2021. Il Mise ha deciso di omaggiare in questo modo uno degli imprenditori più conosciuti nel nostro Paese.

I collezionisti (non solo) sono in attesa di poter entrare in possesso di un francobollo destinato ad essere storico nel nostro Paese.

Il francobollo dedicato a Gianni Agnelli

Il francobollo sarà relativo al valore della tariffa B e verrà stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Il Mise ha previsto circa 300mila esemplari, racchiusi in fogli da quarantacinque.

Il bozzetto è stato lavorato del Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto. Il ritratto di Giovanni Agnelli sarà affiancato dalla sua firma autografa, il tutto sullo sfondo dello Stabilimento Fiat Mirafiori. L’uscita è prevista per il 12 marzo 2021, giorno del centesimo compleanno dell’Avvocato. Successivamente toccherà a Poste Italiane la vendita e la distribuzione presso gli Uffici. Il primo giorno toccherà a Roma e Torino e poi si arriverà nell’intero Paese.

Giovanni Agnelli
Giovanni Agnelli

Elkann: “Mio nonno si farebbe il vaccino”

In questi giorni i ricordi dell’Avvocato sono stati diversi. “Mio nonno – ha detto il nipote John Elkann, riportato da La Repubblicasarebbe stato felice di ricevere questo vaccino, ma non si sarebbe fermato solo a questo […]. Di fronte alla pandemia avrebbe cercato di sostenere la ricerca e le menti più geniali per trovare il modo per combattere il virus […]“.

Anniversario che arriva nell’anno della nascita di Stellantis: “Per noi è un punto di partenza. Mio nonno intuì e disse prima degli altri che nel mondo dell’auto sarebbero rimasti sei o sette grandi player globali. Oggi, con questa fusione, siamo uno di questi player. E’ un traguardo importante, ma dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita “.


MacKenzie Scott si risposa. Il nuovo marito è un insegnante

Bonetti: “Congedi straordinari retroattivi retribuiti al 50 per cento”