Furto password: anche se la nuova ondata non ci ha colpiti, approfittiamone per metterci al sicuro e allontanare il rischio di un account hackerato.

Con la scoperta di Collection #1, il più grande archivio mai esistito di mail e password rubate, si sono riaccesi molti campanelli d’allarme.
Per farla breve, si è scoperto che nel sottobosco di Internet, esiste un colossale archivio che pare contenga 800 milioni di indirizzi mail e 22 milioni di password sottratte in modo indebito.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Rischio furto password, è indispensabile correre ai ripari

Al di là delle dimensioni dell’archivio, la notizia può anche avere un risvolto utile: ricordarci quanto sia importante avere cura dei nostri dati d’accesso. Rubare password infatti è una pratica piuttosto diffusa, e anche i più attenti possono cadere in qualche tranello.
In ogni caso, se abbiamo anche solo il minimo sospetto, non aspettiamo che il nostro account venga hackerato. Spesso per migliorare la sicurezza bastano alcuni rapidi accorgimenti e pochi minuti. Ecco un riepilogo di indicazioni utili per prevenire (e curare) eventuali rischi.

antivirus gratis
Fonte foto copertina: pixabay.com/it/computer-sicurezza-lucchetto-1591018/

Come scoprire le password a rischio di furto e intercettazione

Esistono decine di liste di regole per stabilire se le password sono sicure, molti sistemi comodi per crearle. Come regola generale, teniamo presente che le password molto corte (meno di 10 caratteri), costituite solo da numeri o solo da lettere o che fanno riferimento a noi (data di nascita, codice fiscale e così via) sono più deboli. Se ci riconosciamo in qualcuna di queste categorie, cambiamo password al più presto.

Ecco alcune indicazioni su come verificare se usiamo password sicure;
Se abbiamo bisogno di cambiare la password, esistono diversi strumenti per crearle.

dati sensibili Google
fonte foto:pixabay.com/it/hacker-hacking-sicurezza-informatica-1944688/

Come scoprire se le nostre password o la nostra mail sono a rischio

Fortunatamente le liste di account rubati non sono solo in mano ai malintenzionati. Alcuni hanno deciso di mantenere liste pubbliche, che possiamo sfruttare per verificare se il nostro indirizzo di posta elettronica è presente in qualche lista in mano ai pirati. E ne esistono anche di simili per le password. Incrociando questi controlli, possiamo decidere quanto sia urgente metterci al sicuro.

Ecco alcuni strumenti per verificare se le nostre password sono state rubate;
Ecco invece come controllare che il nostro indirizzo di posta non sia presente nelle liste rubate che si conoscono.

Cosa fare per mettere al sicuro i nostri dati?

Di sicuro la prima cosa da fare è accettare le indicazioni minime offerte dai diversi fornitori di servizi, come l’uso dell’autenticazione a due fattori o comunque di strumenti per controllare gli accessi e le nostre password con lo smartphone.

Poi, cambiamo password ogni volta che abbiamo dubbi, e controlliamo spesso la lista degli accessi alle diverse piattaforme per verificare che non ce ne siano stati di anomali. Negli scorsi mesi in occasione di alcuni attacchi a famosi siti, la Redazione di Newsmondo ha realizzato alcune liste di buone pratiche.
Ecco come mettere al sicuro il nostro account Facebook;
ed ecco come mettere al sicuro il nostro account Quora.

Anche se si tratta di guide specifiche, molte delle buone pratiche incluse sono universali e possiamo usarle come indicazione anche per gli altri servizi.
Infine, se alla fine di questa maratona nel mondo della sicurezza vogliamo farci una sana risata, ecco un elenco delle peggiori password del mondo, che naturalmente sono da evitare!

Quora come proteggere account
fonte foto: vecteezy.com/vector-art/173700-phishing-account-vector

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/sicurezza-garantire-la-bloccato-2168233/

ultimo aggiornamento: 20-01-2019


Scorciatoie da tastiera, le combinazioni di tasti “magiche” per risparmiare tempo

YouTube dichiara guerra a scherzi e sfide pericolose