Gazzetta, Baresi è ottimista: "Elliott riporterà il Milan in alto"

Gazzetta, Baresi è ottimista: “Elliott riporterà il Milan in alto”

L’ex capitano del Milan ha concesso alla Rosea una lunga chiacchierata, in cui ha parlato di passato e futuro. La fiducia nella nuova proprietà è molto alta

Franco Baresi, indimenticato capitano del Milan dagli anni bui della Serie B fino ai grandi trionfi europei, ha concesso alla Gazzetta dello Sport una lunga intervista. Lo storico numero 6 rossonero ha ripercorso le gioie dello scudetto della stella del ’79, arrivando poi ai giorni nostri. La sua fiducia nei confronti della nuova proprietà è grande: a suo parere, Elliott riuscirà a portare la squadra tra i top club europei. Ecco le sue parole.

Milan, parla Baresi: “Che emozione il primo scudetto”

“Il primo scudetto non si scorda mai? Per la verità, mi sono reso conto nel tempo dell’importanza di quel successo, ma durante la festa pensavo ai miei genitori che non c’erano più e sarebbero stati felici di vedermi. E così è stato bravo mio fratello Beppe a stimolarmi sempre. In effetti ho gioito di più quando ho vinto con Sacchi perché nel 1979 ero troppo giovane. Avevo 18 anni e quando incominciò la stagione ero ancora senza patente, per cui andavo a Milanello in pullman, oppure chiedevo un passaggio a De Vecchi”.

Su Rivera: “All’inizio faticavo a dargli del tu, anche se lui mi ripeteva di chiamarlo Gianni. Mi ha aiutato molto, perché aveva personalità e semplicità al tempo stesso. A Milanello mi faceva sempre mangiare al tavolo con lui e Bigon, che nel ritiro estivo sembrava destinato a fare il libero. Io pensavo di andare in prestito in qualche squadra di B e invece Liedholm, che mi aveva fatto esordire l’anno prima, mi diede subito fiducia. Così giocai sempre io come libero”.

fonte foto https://www.facebook.com/acmilanks/

Baresi: “Milan, Elliott ti farà tornare grande”

Sul futuro: “Un passo per volta. Prima pensiamo a battere il Bologna, perché dobbiamo fare la corsa su noi stessi e se vinciamo le partite che rimangono il quarto posto è ancora possibile. Il Milan ha la fortuna di avere un grande pubblico che non ci ha mai abbandonato. Sono convinto che con questa nuova proprietà, i tifosi torneranno a rivedere un grande Milan. E lo dice uno che è stato due anni in B, ma poi ha vinto tutto. Perché dopo il buio torna sempre la luce. Basta avere pazienza, come direbbe Liedholm”.

ultimo aggiornamento: 04-05-2019

X