Lazio-Milan, denuncia per tre tifosi

La Gazzetta dello Sport dà i dettagli in merito alla denuncia di tre supporter dopo la gara di Coppa Italia. Due di questi erano al seguito dei rossoneri

La cronaca, come spesso accade, si mischia allo sport. La Rosea ha infatti rivelato come siano state tre le denunce fatte partire dalle forze dell’ordine dopo la gara di Coppa Italia Lazio-Milan, andata delle semifinali del torneo nazionale. Un elemento che deve far riflettere: la strada per isolare i violenti è, purtroppo, ancora molto lunga. Gli stadi sono ancora considerati una sorta di porto franco, dove poter commettere comportamenti illeciti da qualsiasi altra parte. Sono i dettagli dati dal quotidiano milanese a costituire un ulteriore spunto di riflessione.

Gazzetta, i particolari sulle tre denunce dopo Lazio-Milan

Un primo supporter del Milan è stato infatti trovato in possesso di un coltello a serramanico lungo 18 centimetri durante le operazioni di pre-filtraggio, prima dell’inizio del match. L’uomo ha subito una denuncia in stato di libertà e, per lui, è scattato un Daspo della durata di tre anni.

La seconda persona al seguito dei rossoneri è invece stato denunciato in stato di libertà ai sensi dell’articolo 6 quater L.401/89: violenza o minaccia nei confronti degli addetti ai controlli dei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive. Nella Curva Nord laziale, invece, sono stati requisiti a un tifoso biancoceleste 6 grammi di hashish. In entrambi i casi è stata richiesta la misura del Daspo da parte della divisione anticrimine della Questura.

Lucas Ramalho Ordonho Gabriel, Andreas Sondergaard Pellegri Yusuf Yazici Cristian Brocchi Antonio Nocerino Philippe Mexes Guglielminpietro José Mauri Alberto Gilardino Stefano Eranio Giovanni Stroppa Gianluigi Lentini San Siro Jean-Pierre Papin Rafinha Leonardo Milan Gustavo Gomez

Lazio-Milan, in campo uno scialbo 0-0

Questi episodi di cronaca si sono svolti a margine di una gara scialba, che non ha riservato le emozioni immaginate dai tifosi. 0-0 nella gara d’andata dell’Olimpico, tra un Milan che ha badato in primis a non prenderle, provando poi a dare tutto nel match di San Siro.

Meglio la Lazio che però, a parte uno sterile predominio territoriale, non ha impensierito più di tanto Donnarumma. L’appuntamento per la gara di ritorno, al Meazza, sarà il prossimo 24 aprile.

ultimo aggiornamento: 28-02-2019

X