Non è ancora stato scelto il commissario per la ricostruzione di Genova. Claudio Gemme sembra più defilato, spunta il nome del sindaco Bucci.

GENOVA – Una nuova giornata è passata ma la decisione sul commissario per la ricostruzione di Genova non è ancora arrivata. Come vi abbiamo raccontato ieri, il profilo di Claudio Gemme non convince il MoVimento 5 Stelle per un conflitto interessi. Il manager è sotto contratto con Fincantieri, l’azienda scelta per fare il nuovo ponte e soprattutto per i genitori tra gli sfollati.

Ai microfoni dell’ANSA, Claudio Gemme ha ammesso di “essere ancora in corsa e che soprattutto tutti i problemi sono risolvibili”. Ma nelle ultime ore è spuntato il nome del sindaco di Genova, Marco Bucci. Un’ipotesi non confermata dal diretto interessato. Sicuramente a breve il premier Conte dovrà comunicare il nome del commissario e tutti i dubbi saranno risolti.

Ponte Morandi
Ponte Morandi (fonte foto: https://www.facebook.com/evangelistafotografo/)

Genoa, il governatore Toti: “Arrivati i primi fondi”

In attesa di capire chi sarà il commissario, il governo ha inviato i primi soldi per coprire le spese di emergenza. Come confermato dal governatore Toti sono arrivati 19 dei 33,4 milioni previsti. È stato trovato anche l’accordo con Autostrade che nei prossimi giorni dovrà effettuare un versamento da un milione di euro per l’istallazione del sistema di monitoraggio tramite sensori dei due monconi del Ponte Morandi.

Il presidente della Liguria ha anche spiegato come verranno distribuiti i soldi stanziati dal Governo: 3 milioni e 23 mila euro agli interventi di prima assistenza alla popolazione; 12 milioni per le infrastrutture, 6 milioni e 700 mila euro per il trasporto pubblico; 5 milioni e 700 mila euro per il servizio sanitario regionale; 2 milioni per gli alloggi pubblici per gli sfollati; un milione e mezzo per le persone rimaste senza casa che hanno deciso per una sistemazione autonoma; 500 mila euro per le spese dei funerali; 150 mila euro per i volontari: 800 mila euro per la gestione dei rifiuti; 600 mila euro per l’Esercito, 50 mila euro per la Protezione Civile; 250 mila euro per le spese dei Vigili del Fuoco e 150 mila euro per la manutenzione straordinaria.

fonte foto copertina https://twitter.com/MediasetTgcom24


Conte: “Avanti con la manovra”. Lo spread sfonda i 300 punti

Manovra, Tria a Confindustria: “Obiettivo è eliminare il divario di crescita con l’Europa”