Istat, Lega e M5s trovano l’accordo: Gian Carlo Blangiardo il nuovo presidente

Palazzo Madama dato via libera alla nomina di Gian Carlo Blangiardo come presidente dell’Istat. Si attende la firma di Mattarella.

ROMA – Gian Carlo Blangiardo è ufficiosamente il nuovo presidente dell’Istat. Nel pomeriggio di mercoledì 30 gennaio 2019 la commissione Affari Costituzionali del Senato ha votato con 18 voti a favore (5 i contrari n.d.r.) la nomina del vice-direttore del dipartimento di Statistica dell’università di Milano. come numero uno dell’Istituto.

L’incarico sarà effettivo solamente nelle prossime ore. Si attende la promulgazione del decreto del presidente Sergio Mattarella che dovrebbe dare il suo consenso a breve. Blangiardo prende il posto di Giorgio Alleva che era in carica dal lontano 2014.

Gian Carlo Blangiardo
Gian Carlo Blangiardo (fonte foto https://www.facebook.com/flccgil.istat/)

Istat, Gian Carlo Blangiardo il nuovo presidente: c’è il sì anche di Forza Italia

Secondo quanto riportato da Repubblica che cita fonti parlamentari, oltre alla maggioranza ci sarebbe stato il sì anche di Forza Italia alla candidatura di Gian Carlo Blangiardo.

Il suo profilo era fortemente sostenuto dalla Lega. Il Carroccio sin dallo scorso luglio aveva proposto il professore di statistica come successore di Alleva ma il M5s pensava a Maurizio Vichi. Alla fine a spuntarla è stato proprio il futuro numero uno dell’Istat.

Chi è Gian Carlo Blangiardo

Nato nel 1948, Giancarlo Blangiardo ha dedicato la sua carriera di professore ordinario alla demografia tanto da ricoprire negli ultimi anni il ruolo di vice direttore del dipartimento di Statistica e metodi quantitativi dell’Università Bicocca di Milano.

Il suo nome è stato preso in considerazione da Matteo Salvini sin da subito, visto che i due alcune posizioni come la stretta sull’immigrazione, le critiche a Tito Boeri e la contrarietà allo Ius Soli. Tutte idee simili che hanno portato il leader del Carroccio a scommettere su di lui per il ruolo di presidente dell’Istat. Ora si attende solo il via libera di Mattarella per formalizzare la nomina.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/flccgil.istat/

ultimo aggiornamento: 30-01-2019

X