Gianluca Vialli boccia il mercato del Milan: “Non avrei preso Kalinic e Calhanoglu così come André Silva”.

Ancora critiche sui rossoneri, dopo Berlusconi tocca a Gianluca Vialli. Nel bene o nel male il mercato del Milan continua a far parlare e a far discutere, complice sicuramente il rendimento della squadra che, al di sotto delle aspettative, ha esposto allenatore e dirigenza a critiche velenose. A pochi giorni di distanza dalla staffilata dell’ex presidente rossonero, è arrivato il commento dell’ex attaccante della Juve Gianluca Vialli.

Gianluca Vialli sul Milan: “I soldi li avrei investiti per Belotti”

Il commentatore sportivo è intervenuto ai microfoni di Sky puntando il dito contro l’operato di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli: “Fossi stato nella dirigenza del Milan, non avrei preso Kalinic e Calhanoglu così come André Silva, e avrei speso tutti quei soldi su Andrea Belotti per l’attacco“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Hakan Calhanoglu Milan
Hakan Calhanoglu

Tre bocciature importanti fatte da Vialli che ha messo nel mirino tre degli acquisti più importanti fatti dalla nuova dirigenza: Nikola Kalinic è stato fortemente voluto da Vincenzo Montella; non era la prima scelta dei rossoneri ma neanche l’ultima, e il tecnico è convinto che il croato possa dare un apporto importante alla squadra. Calhanoglu, fermo a lungo a causa di una squalifica, è stato preso per alzare il livello tecnico della rosa, mentre André Silva, già messo nel mirino dal Barcellona, rappresenta uno dei giovani di maggior talento del panorama calcistico europeo.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 09-10-2017


Qualificazioni Mondiali 2018, le probabili formazioni di Albania-Italia

9 ottobre 1988, il poker del Milan alla Fiorentina con Donadoni e Virdis stellari