Stop all’ex leader di Forza Nuova, Giuliano Castellino, che non partecipa alla presentazione di Italia libera alla Camera.

Gli agenti ai varchi della zona di ingresso a Montecitorio oggi non hanno lasciato passare l’ex leader di Forza Nuova, Giuliano Castellino. In seguito al processo di cui è stato protagonista, a causa dell’assalto alla Cgil dello scorso anno, alcuni esponenti hanno deciso di non includerlo per evitare che la conferenza si potesse concentrare sulle polemiche dovuto ad un unico individuo.

Italia Viva Camera
fonte foto comunicato stampa

Giuliano Castellino, ex leader di Forza Nuova, non potrà fare ingresso alla Camera per la presentazione di Italia libera. Voleva partecipare a una conferenza stampa per il lancio del partito, ma il suo nome non è più nell’elenco dei partecipanti dopo essere stato messo a processo per i fatti che hanno portato all’assalto della sede della Cgil dello scorso anno.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Esclusione dell’ex leadre di Fn

Il deputato Francesco Gallo ha risposto ai giornalisti spiegando l’espulsione di Castellino dalla conferenza delle 14:00, “per evitare che l’attenzione generale si concentri sulla presenza di una sola persona, sollevando polemiche e polveroni mediatici”.

In seguito a ciò, Carlo Taormina non ha preso bene il gesto di ripudio verso Castellino, quando tanti parlamentari invece possono sedere alla Camera con una “fedina morale” sporca. “Castellino è un cittadino imputato, non ha condanne, è assistito dal principio della non colpevolezza, ma gli è stato impedito l’accesso qui, anche se è il capo politico del movimento che stiamo presentando”.

Castellino, “valori democratici”

Prima del divieto del suo ingresso, Castellino aveva annunciato stamattina la sua presenza alla Camera, “per difendere il mio e nostro diritto a fare politica. Italia Libera rispetta i valori della democrazia e della Costituzione, l’atteggiamento dei nostalgici del ‘900 ci sembra stucchevole e fuori luogo”.

Poi aveva aggiunto: “I parlamentari pensino che stanno per portare l’Italia alla terza guerra mondiale e ad una crisi sociale senza precedenti. Noi, nel rispetto dei valori Costituzionali, vogliamo presentare i nostri 7 punti. In Italia tutti possono parlare tranne Castellino? Fino ad oggi sono innocente, non ho condanne definitive”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-11-2022


Meloni: “G20 riavvicina Occidente a resto del mondo”

Polemica su Meloni, lei replica: “Faccio la madre come ritengo”