Il Consiglio dei ministri ha nominato i viceministri e i sottosegretari del Governo Conte. Oggi il giuramento. Il Premier avrà la delega ai Servizi segreti.

ROMA – Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, ha annunciato: “Il Consiglio dei ministri ha nominato sei viceministri e trentanove sottosegretari. Non abbiamo parlato di deleghe, le faremo in settimana, entro giovedì“. Il giuramento dei membri che vanno a completare il Governo Conte è previsto nella giornata di mercoledì 13 giugno a Palazzo Chigi.

, ha detto Fraccaro aggiungendo che la cerimonia di giuramento è prevista per mercoledì alle 13 a Palazzo Chigi. Il ministro degli Interni Salvini però ha preannunciato la delega ai Servizi segreti direttamente a Giuseppe Conte.

Giuramento governo Conte
Il premier Conte, i ministri e il presidente Mattarella al termine del giuramento (fonte foto http://www.quirinale.it/elementi/Elenchi.aspx?tipo=Foto)

I “fedelissimi” di Conte

Alla presidenza del Consiglio i nomi indicati sono quelli di Guido Guidesi (Lega), i pentatellati Vincenzo Santangelo e Simone Valente (Rapporti con il Parlamento e democrazia diretta), Mattia Fantinati (Pubblica amministrazione), Stefano Buffagni (Affari regionali e autonomie), la leghista Giuseppina Castiello (Sud), Vincenzo Zoccano (Famiglia e disabilità), il magistrato costituzionalista Luciano Barra Caracciolo (Affari europei), Vito Crimi (Editoria) e Vincenzo Spadafora (Pari opportunità e giovani). Lo stesso premier Giuseppe Conte terrà la delega ai Servizi Segreti.

Ai Ministeri…

Agli Esteri sono stati incaricati Emanuela Del Re (M5s), Manlio Di Stefano (M5s), Ricardo Merlo (fondatore del Movimento Associativo Italiani all’Estero) e Guglielmo Picchi (Lega). Per quanto riguarda l’Interno ecco Stefano Candiani (Lega), Luigi Gaetti (M5s), Nicola Molteni (Lega) e Carlo Sibilia (M5s). All’Agricoltura saranno impegnati Franco Manzato (Lega) e Alessandra Pesce (M5s), mentre dell’Ambiente si occuperanno Vannia Gava (Lega) e Salvatore Micillo (M5s). Alle Infrastrutture e Trasporti Michele Dell’Orto (M5s), Edoardo Rizzi e Armando Siri (entrambi Lega); al Lavoro Claudio Cominardi e Claudio Durigon (entrambi Lega), alla Giustizia Vittorio Ferraresi (M5s) e Jacopo Morrone (Lega), all’Istruzione Lorenzo Fioramonti (M5s) e Salvatore Giuliano. L’elenco prosegue con Beni Culturali (Lucia Borgonzoni della Lega e Gianluca Vacca 5 Stelle), Salute (Armando Bartolazzi 5 Stelle e Maurizio Fugatti Lega), Difesa (Angelo Tofalo 5 Stelle e Raffaele Volpi Lega), Economia e Finanze (Massimo Bitonci Lega, Laura Castelli 5 Stelle, Massimo Garavaglia Lega e Alessio Villarosa M5s) e Sviluppo economico (Andrea Ciotti 5 Stelle, Davide Crippa 5 Stelle, Dario Galli e Michele Geraci entrambi Lega).

I viceministri del Governo Conte e l’ira di Silvio Berlusconi

Gli avevo chiesto solo una cosa… Adesso quello se potrà ci farà chiudere le televisioni“. Con queste parole Silvio Berlusconi ha accolto la notizia dell’incarico alle  Telecomunicazioni affidata al Movimento Cinque Stelle. Sembra infatti che Matteo Salvini si fosse accordato con il suo alleato di centrodestra per evitare che il controllo dei media passasse alla parte gialla del governo, accordo disatteso per l’ira di Berlusconi che sarebbe arrivato a mettere in dubbio la stabilità della coalizione di centrodestra.


Migranti, tensione tra Roma e Parigi

Scontro Italia-Francia, Macron: “Lavoriamo insieme, senza cedere all’emozione”