Roberto Gualtieri parla del Recovery fund alla festa del Foglio: “Non possiamo limitarci a prevedere una gestione ordinaria delle risorse”.

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha preso parte alla festa de il Foglio e nel corso del suo intervento ha parlato inevitabilmente del recovery fund illustrando le intenzioni e i piani del governo, chiamato a gestire una quantità ingente di fondi per rilanciare ed innovare un Paese in crisi.

Il Commissario europeo Paolo Gentiloni invece ha parlato dei tempi previsti per l’erogazione dei fondi. La prima tranche dovrebbe arrivare la prossima primavera, quindi in linea con le previsioni.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Euro risparmi Recovery fund
Euro risparmi

Recovery fund, Gualtieri: “Non possiamo limitarci a prevedere una gestione ordinaria delle risorse”

Parlando del Recovery fund, il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha parlato delle indicazioni per l’uso, del piano del governo, che non deve litarsi ad una gestione ordinaria delle risorse. Il numero uno del Mef ha parlato quindi della necessità di rafforzare la capacità di progettazione e spesa del sistema economico italiano.

Non possiamo limitarci a prevedere una gestione ordinaria delle risorse del Recovery. Occorre rafforzare capacità di progettazione e spesa anche definendo una struttura ad hoc che possa disporre anche di poteri sostitutivi nel caso la spesa si rallenti e non venga realizzata“, ha dichiarato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri come riferito dall’ANSA .

Roberto Gualtieri
Roberto Gualtieri

Il commissario europeo Paolo Gentiloni: “Penso che i tempi previsti saranno rispettati”

Anche il Commissario europeo Paolo Gentiloni, intervenuto alla festa del Foglio, ha parlato del Recovery fund. Il Commissario ha parlato dei tempi comunicando che la prima tranche del 10 per cento del piano dovrebbe arrivare in primavera.

“Penso che grossomodo i tempi previsti saranno rispettati, nella tarda primavera dell’anno prossimo potrebbe arrivare la prima tranche, il 10% del piano. Se l’Italia fa un piano che comprende anche i prestiti sono circa 20 miliardi“, ha evidenziato Gentiloni.


Visco, ‘Contro la crisi politiche keynesiane’

Il blocco dei licenziamenti fino al 21 marzo. Crolla l’occupazione femminile