Hana Kimura è morta all’età di 22 anni. La giovanissima wrestler si sarebbe suicidata per cyber-bullismo.

ROMA – Nuovo lutto nel mondo del wrestling. E’ morta all’età di 22 anni Hana Kimura, giovane atleta giapponese diventata famosa in tutto il mondo per aver partecipato al reality show di Netflix, Terrace House.

Il corpo senza vita della nipponica è stato rinvenuto dagli inquirenti che pensano ad un suicidio. Poco prima della tragedia, infatti, la Kimura aveva pubblicato un gatto sui social e la parola addio come didascalia. Post che rafforza l’ipotesi di un suicidio anche se sono in corso tutti gli accertamenti del caso.

La denuncia per cyber-bullismo

L’ipotesi avanzata dagli inquirenti è quella di un suicidio per cyber-bullismo. La ragazza, infatti, negli ultimi giorni aveva denunciato di essere vittima di insulti sui social come dimostrano i messaggi.

Volevo essere amata – ha scritto in uno dei post – non voglio più essere umano“. La notizia della scomparsa è stata data dall’organizzazione Stardom Wrestling di cui la giovane faceva parte. Una morte che è avvolta nel mistero con la famiglia che preferisce non rilasciare nessuna dichiarazione almeno fino a quando non si hanno certezze sulle cause del decesso della giovane atleta.

Ambulanza
Ambulanza

Il cordoglio sui social

Sui social diverse atlete e giornaliste hanno espresso il proprio cordoglio per la morte della giapponese. “Mi spezza il cuore – ha scritto la campionessa mondiale di Impact Tessa Blanchard – in modo in cui le persone crudeli possono esprimersi sui social media“.

Un pensiero condiviso anche dalla giornalista Adam Pacitti: “Spero che ciò serva a ricordare che le interazioni sui social media possono avere un grave effetto sulla salute mentale di chiunque, non importa chi siano“. “Non so nemmeno cosa dire o sentire – ha scritto Jamie Hayter – Rip Hana Kimura. Meraviglioso essere umano“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/wrestlingfnnews/


Coronavirus, le linee guida per la ripresa delle attività sportive

Malagò: “Chiederemo lo spostamento dei Mondiali di Cortina al 2022”