Milan, è il tempo delle cessioni: Paletta, Sosa e Bacca sul piede di partenza

Dopo i tanti colpi di mercato, il club rossonero deve procedere alle cessioni per fare cassa e finanziare il grande colpo in attacco. Paletta, Sosa e Bacca i maggiori indiziati a lasciare Milanello.

chiudi

Caricamento Player...

La Gazzetta Sportiva, oggi in edicola, fa il punto della situazione per quanto riguarda il mercato del Milan. I rossoneri sono in una fase di attesa, pronti a sferrare gli ultimi botti: un attaccante e un centrocampista, per la precisione. In attesa di ciò, in via Aldo Rossi l’imperativo è quello di procedere alle cessioni. L’obbiettivo è quello di sfoltire una rosa over-size, risparmiare sugli emolumenti e incassare un po’ di milioni per rifinanziare il mercato in entrata. A onor del vero, per il club rossonero non sarà facile.

Difesa, Paletta out

Per il reparto difensivo, dopo aver venduto De Sciglio e Vangioni, il Milan punta a cedere un centrale. Il maggiore indiziato è Paletta, scaricato da Montella. L’italo-argentino piace molto a Torino, Genoa e Fiorentina: in particolare, Mihajlovic si sarebbe mosso in prima persona per convincere l’ex Parma. Il Milan spera di ricavare qualche milioncino ma non dovrebbe procedere con altre cessioni: Gomez e Zapata serviranno a allungare la panchina…

Sosa non vuole lasciare Milanello

A centrocampo, il nodo più spinoso è rappresentato dal “Principito” Sosa: l’ex Besiktas non fa parte del progetto di Montella ma non ne vuole sapere di lasciare il capoluogo meneghino. Costato oltre 8 milioni appena un anno fa, il 32enne ha ancora una stagione di contratto a 1,5 milioni netti. Anche José Mauri è indiziato all’uscita.

Attacco, tutto su Bacca

Tra le cessioni sperate dal Milan, quella più significativa riguarda Carlos Bacca: il colombiano pesa per 7 milioni lordi a stagione e è ancora sul bilancio per circa 18 milioni. Non sarà semplice piazzare l’ex Siviglia e evitare una minusvalenza. Un altro giocatore con mercato è Niang ma per il momento Montella sembra volerne congelare la cessione.