Conti, stretta finale del Milan. C’è il nodo Pessina e il sostituto

Tra Milan e Atalanta manca l’accordo per il trasferimento di Andrea Conti in rossonero. La differenza è di appena un milione ma i nerazzurri vorrebbero inserire nell’affare il giovane Pessina, oltre a trovare prima un sostituto del laterale.

chiudi

Caricamento Player...

Il Milan è sempre più scatenato sul mercato. Ieri è arrivata l’ufficialità del colpo Calhanoglu ma i dirigenti di via Aldo Rossi hanno in canna un altro acquisto da consegnare quanto prima a Montella. Si tratta, come noto, di Andrea Conti, una delle rivelazioni dell’Atalanta dei miracoli di Gasperini. A onor del vero, il classe ’94 avrebbe dovuto sostenere già oggi le visite mediche prima di firmare il contratto con i rossoneri. Invece, manca ancora l’intesa con il club bergamasco.

Il nodo della contropartita tecnica

A livello di cifre, tra Milan e Atalanta c’è un sostanziale accordo: tra domanda (24 milioni) e offerta (23 milioni) balla appena un milione di euro, cosa tutt’altro che insormontabile. Semmai, i nerazzurri vogliono il classe ’97 Matteo Pessina come contropartita tecnica. Il centrocampista rossonero era però già stato promesso al Sassuolo e ciò complicherebbe i rapporti tra i rossoneri e i neroverdi di Squinzi. L’Atalanta ne fa una questione fondamentale nell’ambito dell’affare Conti. L’agente del 20enne avrebbe dovuto incontrare già ieri la dirigenza orobica ma l’incontro è slittato a oggi.

L’alternativa a Conti

L’Atalanta, inoltre, vorrebbe anche definire l’erede del 23enne azzurro prima di lasciarlo accasare al Milan. I nerazzurri avevano quasi concluso per Foket del Gent ma poi l’affare è saltato. A quel punto, i bergamaschi hanno rivolto l’interesse su Castagne del Genk ma sul giocatore è piombato il Nizza, club che parteciperà alla Champions League. Nel frattempo, Andrea Conti è in attesa: il classe ’94, dopo aver disputato l’Europeo Under 21, ha prenotato per Ibiza nella giornata di domani per concedersi un po’ di vacanze. Il laterale destro è tuttavia pronto a annullare tutto per sottoporsi all’iter previsto per passare ufficialmente al Milan.