Il team di Lucio Cecchinello in MotoGP fino al 2026. Ora si sogna il Mondiale.

ROMA – Il team di Lucio Cecchinello in MotoGP fino al 2026. L’ex pilota ha trovato l’accordo con la Dorna per proseguire insieme il percorso nel prossimo quinquennio.

Una scelta importante per entrambe le parti. La scuderia, che ha una collaborazione importante con la Honda, potrebbe in questi anni ritornare a lottare per il titolo. La Dorna, invece, riesce a mantenere diversi team competitivi per rendere ancora di più accattivante il Mondiale. Un rapporto che proseguirà almeno fino al 2026.

Il sogno Mondiale

Per Lucio Cecchinello il sogno è il Mondiale. Il team dell’ex pilota italiano per il 2021 ha deciso di puntare sull’esperienza e la sicurezza di Takaaki Nakagami e sul talento di Alex Marquez. Il fratello di Marc arriva a questa stagione dopo un primo Mondiale da rookie con più bassi che alti.

La coppia, comunque, consentirà al team di poter competere per il podio in ogni gara e cercare di centrare la prima vittoria. Non sarà semplice rimanere in corsa per il titolo fino al termine della stagione, ma il 2020 ci ha insegnato che tutto può succedere soprattutto in pandemia.

MotoGP
MotoGP

Cecchinello: “E’ un onore per me questo rinnovo”

Un rinnovo che rende molto contento Lucio Cecchinello: “Per prima cosa vorrei ringraziare tutte quelle persone che dal 1996 hanno lavorato questa squadre – ha dichiarato l’ex pilota, riportata da La Gazzetta dello Sportnon riesco a credere che siano già passati 25 anni. Ed è un onore per me annunciare che LCR ha rinnovato Irta e Dorna il contratto fino al 2026. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura con Taka e Alex“.

Una stagione che si preannuncia molto complicata per la pandemia. E, per questo, i pronostici della vigilia potrebbero non essere rispettati. L’ultima parola, come sempre, spetterà alla pista.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini

TAG:
Lucio Cecchinello

ultimo aggiornamento: 27-01-2021


La Maserati ritorna in Formula 1?

Kit riparazione gomme: come funziona e utilità in casi di emergenza