È utile avere un kit di riparazione gomme in auto? Ecco come funziona e i motivi per portarselo sempre appresso in ogni spostamento!

In particolare sulle auto più nuove, che magari non hanno in dotazione la ruota di scorta, il kit di riparazione gomme gioca un ruolo molto importante in casi di emergenza. Ovviamente se si sa come usarlo! Esso è molto utile se non si vuole rimanere fermi e bloccati sul ciglio della strada se si ha una gomma forata (a meno che non si montino dei pneumatici runflat, in quel caso tutto cambia). Con il kit si può tentare di riparare la gomma, sempre se il danno è circoscrivibile e non troppo grave, altrimenti bisogna rivolgersi a un gommista o, se si è per strada, al soccorso stradale. Ma come funziona? Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Kit riparazione pneumatici: come funziona e come si usa

Cambiare una gomma può essere difficile per chi non ha esperienza. Ma l’utilizzo del kit gonfia e ripara non è altrettanto complicato: infatti basta inserire, attraverso il compressore, la bomboletta contenente la schiuma dovrà essere collegata all’accendisigari e alla valvola del pneumatico danneggiato. La schiuma dalla consistenza gommosa (sigillante pressurizzato) sarà il collante utilizzato per la riparazione del pneumatico, che dovrà chiaramente essere anche riempito d’aria.

Kit riparazione gomme
Kit riparazione gomme

Come abbiamo detto, il kit comprende sia il materiale per la riparazione della foratura (sempre se il buco è piccolo e uniforme; uno squarcio, portato dall’usura, non sarebbe riparabile e si dovrebbe procedere con la sostituzione) che per i gonfiaggio, con un compressore in dotazione. Si tratta però di una soluzione temporanea, in quanto quando si utilizza lo si fa in casi di emergenza per raggiungere un gommista o una stazione di servizio dove sarà possibile sostituire la gomma.

Kit riparazione gomme: come si procede dopo

Come già detto, il procedimento di riparazione con il sigillante di una gomma bucata della propria auto è una soluzione temporanea, in quanto non si può evitare che il pneumatico si sgonfi nuovamente nel lungo periodo. Quindi subito dopo aver svolto la procedura, che dura all’incirca una decina di minuti, è sempre bene dirigersi verso un gommista per la sostituzione, o una riparazione più professionale se il danno lo consente.

Kit ripara gomme: vantaggi e svantaggi

Per la riparazione dei pneumatici non ci si può basare solo ed esclusivamente sul kit che utilizziamo sul momento, perché esso ha sì molti vantaggi, ma anche molti svantaggi che bisogna tenere in considerazione.

Partendo dalle cose positive, come già detto, usare il kit di gonfiaggio gomme e di riparazione consente di risolvere in brevissimo tempo il problema di una gomma bucata, magari nella vostra auto nuova che non possiede la ruota di scorta per questione di economia di spazio nel bagagliaio. Questo porta anche a ridurre il peso complessivo del mezzo, che ne beneficerà anche dal punto di vista del consumo del carburante.

Un altro vantaggio del kit è che può essere utilizzato su ogni gomma se forata o danneggiata, mentre la ruota di scorta è solo una se presente, quindi può risolvere il problema di un solo pneumatico bucato.

Invece per quanto riguarda gli svantaggi, c’è la temporaneità dell’intervento, in quanto dopo che è stato fatto bisogna per prima cosa raggiungere un gommista per procedere a un riparazione professionale o a una sostituzione. Un altro fattore “negativo” è che una volta utilizzato il sigillante pressurizzato per il gommista è più difficile capire l’entità del danno. Infatti da questo punto di vista bisognerà sgonfiare completamente la gomma, smontare tutto e ripulire il pneumatico dalla schiuma.

Infine con la ruota di scorta, se montata in seguito a una foratura di uno dei pneumatici, si può percorrere tutta la strada che si vuole senza bisogno di gonfiarli.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini


Il team di Lucio Cecchinello in MotoGP fino al 2026

“Dividendi, dividendi, dividendi”: l’intercettazione su Autostrade