Il giocatore dell’Atalanta, Josip Ilicic, è ripiombato nell’incubo: è impossibile prevedere quando possa tornare in campo.

Quel mostro invisibile che lo aveva attanagliato nel 2020, durante la prima e devastante ondata del Covid, è tornato a tormentarlo. Josip Ilicic si è fermato di nuovo. Evidentemente, quel malessere che lo aveva allontanato dal suo mondo non era scomparso del tutto, ma era rimasto sul fondo della sua anima.

Un nuovo incubo, dunque, o meglio: il riaffiorare di quello precedente, il che è spesso peggio. Perché ritrovarsi nel bel mezzo di una battaglia che si pensava vinta può essere devastante. Ora lo sloveno è chiamato a combattere ancora e con maggiore forza. E anche stavolta avrà il sostegno non soltanto della sua famiglia, ma anche della sua squadra, quell’Atalanta che non lo ha mai lasciato solo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Ilicic, parla Gasperini

Con il garbo che lo contraddistingue, mostrando un sincero affetto per il ragazzo, Gian Piero Gasperini ha affrontato il delicato tema senza entrare – giustamente! – nei dettagli: “Con Josip – ha dichiarato il tecnico della Dea – abbiamo avuto un rapporto di tanti anni, vivendo tante situazioni felici in campo. Lui è molto propositivo, è una persona assolutamente normale, la nostra testa è una giungla. Non è facile per gli psicologi e gli psichiatri e ancora meno per noi. Speriamo che al campo trovi soddisfazioni, non si è mai impegnato come quest’anno, non l’ho mai visto così. Come persona lo aspettiamo tutta la vita”. 

Serie A

Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, a Zingonia, quartier generale dell’Atalanta, non si parla volentieri di questo argomento, innanzitutto per rispetto dell’uomo Ilicic. La società bergamasca lo ha atteso durante il primo periodo turbolento e aveva gioito per il suo ritorno in campo. Ora bisogna riavvolgere il nastro e attendere nuovamente, comprendere, aiutare.

Quando può tornare Ilicic?

Ma quando potrebbe tornare a giocare? Chi può dirlo. Qui non c’entrano le gambe, non è un problema di ossa o muscoli. È un “infortunio” non risolvibile in infermeria. Ilicic tornerà, perché ha una forza straordinaria, ma è impossibile, ad oggi, stabilire una data. L’unica certezza, oltre al fatto che non bisogna avere fretta, è che il suo contratto con l’Atalanta scadrà nel 2023. Come detto, la Dea non lo lascerà solo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


Simone Inzaghi positivo al Covid

Inter, calciomercato: si ricerca un centravanti e un centrocampista esterno