Allarme incendi in Sicilia: brucia la zona della Piana degli Albanesi. A Catania evacuate diverse abitazioni. Problemi per i trasporti.

Sono diversi gli incendi segnalati in Sicilia e divampati a causa del caldo, con le temperature che si aggirano intorno ai 40 gradi. La situazione è complicata anche dai venti caldi che spazzano l’isola spingendo e alimentando le fiamme.

Incendi in Sicilia, allarme nella zona della Piana degli Albanesi

Uno degli incendi più preoccupanti è quello che sta interessando la zona che si trova tra la Piana degli Albanesi, Altofonte e San Giuseppe Jato. Gli uomini della forestale affermano che ormai è possibile parlare di un unico incendio, con il fronte del fuoco che si è unito.

Nelle immagini condivise dai Vigili del Fuoco si vedono le fiamme che divorano la i boschi nella zona della Piana degli Albanesi. Le operazioni di spegnimento sono complicate dai venti caldi che spazzano la zona.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Come riferito dai Vigili del Fuoco nel post condiviso su Twitter, al pomeriggio del 30 luglio sono 140 gli interventi effettuati in Sicilia.

A Catania case evacuate e aeroporto fermo: sospesi i voli per consentire ai mezzi dei vigili del fuoco di operare

A Catania brucia la zona del rione Fossa Creta, con i soccorritori che hanno evacuato diverse famiglie dopo che le fiamme sono arrivate a lambire le abitazioni.

L’incendio sta creando anche disagi alla mobilità e ai trasporti. Sono state chiuse diverse strade e l’aeroporto di Catania è stato costretto a sospendere le operazioni di volo per consentire agli elicotteri e ai mezzi dei vigili del fuoco di operare.

Nello Musumeci chiede la dichiarazione dello stato di mobilitazione del servizio nazionale di Protezione Civile

Nello Musumeci, Presidente della regione Sicilia, ha chiesto al premier Draghi la dichiarazione dello stato di mobilitazione del servizio nazionale di Protezione Civile per gli incendi che stanno devastando l’isola. La mobilitazione prevede una collaborazione tra Regioni sia in termini di mezzi che di uomini.

Draghi dichiara lo stato di mobilitazione nazionale del sistema di Protezione Civile

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, accogliendo la richiesta di Musumeci, ha firmato il Dpcm con il quale dichiara lo stato di mobilitazione nazionale del sistema di Protezione Civile.


Sindacalista investito e ucciso a Novara, revocati i domiciliari al camionista

Dramma a Gallipoli, 21enne in bicicletta travolto e ucciso da automobilista positivo all’alcol test