Incidente sul lavoro in provincia di Bologna. Un elettricista ha perso la vita dopo essere caduto da una scala. Indagini in corso.

BAZZANO (BOLOGNA) – Incidente sul lavoro a Bazzano, in provincia di Bologna, nel primo pomeriggio di mercoledì 25 agosto 2021. Come riferito dai media locali, l’elettricista di 49 anni è precipitato da una scala durante dei lavori ad un impianto di un capannone.

I colleghi hanno immediatamente chiamato i soccorsi, ma per l’uomo ormai non c’era più niente da fare. I medici hanno potuto constatare solamente il decesso. E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e provare a capire se sono state rispettate le norme di sicurezza.

I sindacati: “Bisogna creare una cultura della sicurezza”

I sindacati hanno chiesto al governo “una svolta sulla sicurezza sul lavoro approfittando anche dei soldi del Recovery“. “Non ci accontentiamo di una percentuale, di un morto o due. Noi diciamo zero morti sul lavoro – le parole di Giuliano Zignani, segretario della Uil, riportato da BolognaTodayin Italia sono morti oltre 310 lavoratori, in Emilia-Romagna con quelli di ieri 27. Una vera e propria strage“.

Bisogna creare una cultura della sicurezza – ha detto Maurizio Lunghi, segretario della Cgil – per far sì che certi episodi non accadano più sui luoghi di lavoro. Si parte dalla formazione, dal mettere in ordine i primi posti di lavoro, come logistica, come addestramento alle persone prima che inizino a lavorare, con un ciclo continuo di formazione durante l’attività lavorativa, con il rispetto dei contratti di lavoro dei turni e del benessere fisico e psicologico“.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Ambulanza
Ambulanza

Il bilancio si aggrava

Il bilancio degli incidenti sul lavoro si aggrava giorno dopo giorno. Solo nella giornata di martedì 24 agosto un imprenditore di 70 anni ha perso la vita in provincia di Aosta durante i lavori di un bed&breakfast. L’uomo è stato travolto da una grossa lastra di cemento.


Referendum per la legalizzazione dell’eutanasia, raccolte 750.000 firme. CEI, “Grave inquietudine”

Tragedia in una corsa in montagna, morto atleta ceco