Le indagini sul falso in bilancio in casa Juventus potrebbero essere arrivate ad una svolta. Le ultime notizie.

ROMA – Svolta nelle indagini sul falso in bilancio in casa Juventus? Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, nella giornata di mercoledì 23 marzo 2022 la Guardia di Finanza ha effettuato, su ordine della Procura di Torino, delle perquisizioni in studi legali nel capoluogo piemontese, Milano e Roma per acquisire dei documenti riguardanti il congelamento delle mensilità per il Covid.

Da quanto ipotizzato dagli inquirenti, si tratta di un differimento di tre dei quattro stipendi e, inoltre, si è trattato di un metodo per far ritornare i conti dell’anno 2020 e 2021.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il blitz

Il blitz della Guardia di Finanza, come detto, è stato condotto nella giornata di mercoledì 23 marzo 2022 ed ha ancora diversi punti da chiarire. L’obiettivo è quello di provare a trovare i documenti che possano confermare questo falso in bilancio bianconero.

I punti da accertare, come detto, sono ancora diversi e per questo motivo ci aspettiamo delle importanti novità nel giro di qualche giorno. Non si escludono degli interrogatori nelle prossime ore per cercare di ricostruire meglio quanto fatto dal club bianconero.

ANDREA AGNELLI
ANDREA AGNELLI

Silenzio bianconero

Fino a questo momento la Juventus non ha assolutamente commentato la nuova perquisizione. Sicuramente nei prossimi giorni ci potrebbe essere un comunicato per spiegare i motivi di questa svolta nell’indagine.

Si tratta di un passaggio sicuramente fondamentale in questa inchiesta e a breve non si escludono degli interrogatori per provare a chiarire meglio il passaggio che riguarda gli stipendi congelati per l’emergenza Covid.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 23-03-2022


La classifica degli allenatori più pagati al mondo: due italiani nella top 5

Italia-Macedonia del Nord si gioca al ‘Barbera’ di Palermo: ecco perché