Dopo la sosta Spalletti si aspetta di avere il vero Nianggolan

Inter, dopo la sosta potrai goderti il vero Nainggolan

Radja Nainggolan, dopo un avvio stentato, sta raggiungendo la condizione migliore: i tifosi nerazzurri e Spalletti lo aspettano

Radja Nainggolan può essere considerato il fiore all’occhiello del calciomercato estivo dell’Inter. Il centrocampista belga, arrivato dalla Roma, è sbarcato nella Milano nerazzurra con un anno di ritardo: già nell’estate del 2017 le due società avevano avviato le trattative senza però trovare la giusta soluzione per portare a termine l’affare.

Rientro in campo e subito in gol, Inter ecco il Ninja

La sua avventura con la maglia nerazzurra, però, non inizia nel migliore dei modi per via di un infortunio muscolare che oltre a fargli saltare tutta la preparazione estiva lo costringere a stare fermo anche durante le prime due partite di campionato.

Il suo esordio arriva nella trasferta di Bologna, alla terza giornata, dove trova anche la via del gol, sbloccando la partita. Da allora è sempre impiegato da Luciano Spalletti che lo conosce dai tempi della Capitale. Col passare delle partite riesce a migliorare la sua condizione fisica risultando fondamentale nella trasferta di Eindhoven dove con un altro suo gol, pareggia il vantaggio iniziale dei padroni di casa e da il la alla vittoria interista, e dove si è visto in azione il miglior Nainggolan di stagione.

Radja Nainggolan
fonte foto https://twitter.com/Inter_br

Nainggolan: dopo la sosta ‘doppio’ derby

Il numero 14 nerazzurro ritornerà ancora più carico di prima dopo la sosta per le Nazionali: lui la sua, il Belgio, l’ha lasciata e questo gli consente di recuperare ulteriormente la miglior forma per potersi presentare al meglio al rientro.

Ad attendere i nerazzurri ci saranno tre importantissime sfide, che molto possono dire sul proseguo della stagione: Milan, Barcellona e Lazio; queste ultime due in trasferta. Per il Ninja sarà l’occasione per ritornare all’Olimpico dove tante volte ha esultato per i gol e giocare il suo personalissimo derby contro i biancocelesti contro cui ha vinto 6 volte, pareggiato due volte e perso altre due volte. Prima però la testa è tutta per l’altro derby, quello di Milano e da affrontare un Barcellona che nella scorsa Champions League ha buttato fuori nei quarti di finale del torneo insieme ai suoi ex compagni.

ultimo aggiornamento: 11-10-2018

X