Vaccini, blocco licenziamenti e cassa integrazione, le possibili misure del decreto Sostegno. La bozza deve essere ancora completata.

ROMA – Il decreto Sostegno è ancora al vaglio del Governo. Come riportato dall’Ansa, la maggioranza nei prossimi giorni continuerà con le riunioni per definire una bozza da dovrebbe essere completa entro 7-10 giorni. Diverse le misure che saranno inserite in questo provvedimento per aiutare le famiglie e combattere l’emergenza coronavirus.

Le possibili misure del decreto Sostegno

Andiamo a vedere nei dettagli le misure che potrebbero far parte del decreto Sostegno.

Vaccini

Un capitolo sarà dedicato ai vaccini. Il Governo sembra essere intenzionato a mettere a disposizione di questo tema 2 milioni per accelerare la somministrazione. In una prima fase saranno coinvolti i medici di famiglia e subito dopo toccherà anche alle farmacie.

Fisco

Un capitolo sostanziale sarà dedicato anche al Fisco. Possibile uno stop fino al 30 aprile per l’invio dei nuovi atti e per il pagamento delle rate della pace fiscale. Sul tavolo anche la possibilità di cancellare quelle ferme tra il 2000 e il 2015 per importi massimi fino a 5mila euro.

Sostegni ai settori più colpiti

Nel provvedimento dovrebbe essere inserito anche un nuovo meccanismo per gli indennizzi a fondo perduto alle imprese. Fondo che vedrebbe l’inserimento di 600 milioni. Per la montagna, invece, possibile un intervento diverso.

Blocco licenziamenti e cassa integrazione

Per quanto riguarda il blocco dei licenziamenti, l’ipotesi più probabile sembra essere quella di una proroga fino a giugno con la conseguente conferma della cassa integrazione Covid.

Discussione in corso

La discussione all’interno della maggioranza è ancora in corso e non è stata presa nessuna decisione definitiva. Non si esclude in futuro un nuovo scostamento di bilancio, ma molto dipenderà dall’andamento del coronavirus nelle prossime settimane.

La speranza resta quella di ripartire il prima possibile e già il mese di aprile potrebbe essere quello di qualche riapertura.


Fca chiude il 2020 in pareggio. Utile da 2,2 miliardi in Psa

Luigi Sbarra è il nuovo segretario generale della Cisl