Israele piange Rafi Eitan, ec ministro e leggendario agente segreto. Nel 1960 condusse l’operazione che portò alla cattura di Adolf Eichmann.

TEL AVIV – E’ morto all’età di 92 anni Rafi Eitan. Nato il 23 novembre 1926 nel kibbutz di Ein Harod, è stato ministro di Israele e ufficiale dello Shin Bet e del Mossad, il servizio segreto israeliano.

La cattura del genocida nazista

Nel 1960, Rafi Eitan guidò l’operazione di intelligence che portò alla cattura di Adolf Eichmann, il gerarca nazista fuggito in Argentina e ricercato per crimini contro l’umanità. Considerato l’ideatore della “soluzione finale”, Eichmann fu rapito, trasferito in Israele, processato e condannato a morte.


https://www.youtube.com/watch?v=oi4ZXU_vh2M

Lo pseudonimo

Rafi Eitan era soprannominato “Rafi the stinker“, ossia “il puzzolente”, dopo che nel 1946 aveva attraversato vari canali di scarico maleodoranti per far saltare ad Haifa il radar inglese sul Monte Carmelo che tracciava l’arrivo delle navi clandestine ebraiche. Fu tra coloro che costruì l’esercito israeliano insieme al futuro premier Rabin. A metà degli anni ’80 tenne le fila di Jonathan Pollard, la spia Usa che passò ad Israele molte informazioni segrete.

Il ricordo del presidente

Il presidente israeliano Rivlin ha dichiarato: “Ci ha lasciati un combattente coraggioso il cui contributo alla sicurezza dello stato d’Israele sarà ancora tale per molte generazioni a venire. Rafi Eitan era un combattente nell’anima, fedele alla missione e alla sua verità. Quest’oggi chiniamo il capo alla sua memoria, con profonda gratitudine e non meno ammirazione ci congediamo da lui“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Adolf Eichmann agente segreto israele Mossad Rafi Eitan

ultimo aggiornamento: 24-03-2019


Terremoto di magnitudo 6.3 in Indonesia

Tragedia in Svizzera, valanga travolge un gruppo di alpinisti