Italia-Armenia, il precedente del 2013: 2 a 2 al "San Paolo"

Italia-Armenia, il precedente del 2013: Florenzi e Balotelli non bastano, finisce in pareggio

Il 15 ottobre 2013, a Napoli, si gioca Italia-Armenia. La gara chiude le qualificazioni al Mondiale brasiliano. Finisce 2-2.

ITALIA-ARMENIA, IL PRECEDENTE DEL 2013

Dopo la delusione mondiale in Sud Africa, la Nazionale archivia il Lippi bis e si affida a Cesare Prandelli. Gli azzurri disputano un grande Europeo, arrendendosi solo alla Spagna in finale.

Gruppo B verso Brasile 2014

Per il Mondiale in programma in Brasile, l’Italia viene sorteggiata nel Gruppo B con Danimarca, Repubblica Ceca, Bulgaria, Armenia e Malta. Dopo il pareggio all’esordio in Bulgaria, gli azzurri mettono in fila quattro vittorie consecutive. Il cammino è solido e la qualificazione non è mai in discussione, che arriva anche in anticipo.

15 ottobre 2013 a Napoli

Il 15 ottobre 2013, al “San Paolo”, si gioca l’ultima gara del raggruppamento. Queste le formazioni di Italia-Armenia:
ITALIA (4-1-4-1): Marchetti; Abate, Bonucci, Astori, Pasqual; Pirlo; Florenzi, Aquilani, Montolivo, Insigne; Osvaldo.
ARMENIA (4-4-1-1): Berezovski; Haroyan , Mkoyan, Arzumanyan, Hayrapetyan; Ozbiliz, Yedygaryn, Mkrtchyan, Ghazaryan; Mkitaryan, Movsisyan.

https://www.youtube.com/watch?v=kOKDHw4tO1k

Italia-Armenia 2-2

L’Armenia ha intenzione di vendere cara la pelle e far bella figura. Al 5′ gli ospiti sono già in vantaggio: erroraccio di Aquilani che mette le ali a Movsisyan, tiro dall’ala destra, secco e nell’angolino opposto. La reazione dell’Italia non si fa attendere e al 22′ Insigne pennella un pallone per il colpo di testa vincente di Florenzi.
Gli azzurri spingono in avvio per evitare la partenza falsa precedente. L’Armenia si abbottona, copre bene gli spazi e non disdegna le ripartenze. Italia ancora sotto al 70′, quando Mkhitaryan approfitta dell’uscita a vuoto di Marchetti per mettere in rete di testa. Nel frattempo, è entrato Balotelli e proprio SuperMario, servito da una invenzione di Pirlo, batte Berezovsky in pallonetto per il 2 a 2 finale.

ultimo aggiornamento: 18-11-2019

X