Italia, Di Biagio: “Il mio futuro non conta. Balotelli? Nessuna chiusura”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Ecco le dichiarazioni del commissario tecnico Luigi Di Biagio, che ha parlato in conferenza stampa in vista dei prossimi impegni della Nazionale.

Comincia l’avventura (breve o lunga, lo scopriremo presto) di Luigi Di Biagio sulla panchina della Nazionale azzurra. Il commissario tecnico ha parlato in conferenza stampa in vista delle amichevoli contro Argentina e Inghilterra.

Balotelli-Nazionale, rapporto piuttosto complicato

L’argomento principale – manco a dirlo – è la mancata convocazione di Mario Balotelli: “Non è una chiusura definitiva – ha assicurato Di Biagio come riporta Sport Mediaset – ho semplicemente visto, valutato e fatto la mia scelta. Giusta o sbagliata che sia, l’ho fatta ritenendola la migliore per il bene della squadra e del gruppo. Dal punto di vista del comportamento lui non ha fatto nulla e continuerò a seguirlo come ho fatto finora”.

Da Balotelli a Gigi Buffon, lui sì nel gruppo azzurro nonostante l’età e i propositi di ritiro: “È un monumento, è qui per aggregare, ma anche per giocare e dare un valore aggiunto dentro e fuori dal campo. Prendo le mie decisioni in base a quel che vedo, non a quel che leggo. Comunque ci sono due portieri bravissimi come Perin e Donnarumma pronti a rubare il posto a Gigi”.

Mario Balotelli
Fonte foto: https://www.facebook.com/ogcnice/

Italia-Argentina venerdì 23 marzo alle ore 20.45

Il futuro di Di Biagio passa inevitabilmente dalle sfide con Argentina e Inghilterra: “Non è importante, sono un uomo federale da otto anni. Devo sfruttare al massimo l’occasione che ho, ma non è la priorità. In cuor mio dovrò mettere in difficoltà i vertici. Dobbiamo rilanciare una squadra”.

Si parla anche dei singoli, a cominciare da Marco Verratti: “È un grande talento da cui ci aspettiamo di più. Può giocare sia vertice basso che interno se giochiamo a tre, ma dipende molto da chi sono gli altri centrocampisti”.

Luigi Di Biagio
Luigi Di Biagio (fonte foto https://twitter.com/FIGC)

Cutrone-Milan, rinnovo sempre più vicino

Una considerazione anche su Federico Chiesa e Patrick Cutrone, forse i due giovani più promettenti del panorama italiano: “Chiesa è pronto per stare in gruppo in maniera definitiva, ma poi lo dirà il campo e quello che farà in allenamento e in gara se verrà utilizzato. Cutrone è stato convocato per le prestazioni, l’entusiasmo e i gol, ed è con noi dall’Under 15. Ha una grande fame, caratteristica che non credo perderà mai”.

Morte Davide Astori, il pensiero del ct

Non può mancare un pensiero sulla scomparsa del capitano della Fiorentina, Davide Astori. “Non l’ho vissuto come lo hanno vissuto i suoi compagni, ma l’ho conosciuto nei tanti ritiri in azzurro e mi è bastato per capire come fosse. Stiamo cercando, con i vecchi della squadra, di normalizzare tutto perché altrimenti è devastante”.

Ecco una sintesi della conferenza stampa di Gigi Di Biagio:

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 19-03-2018

Salvo Trovato