Kievgate, arrestate due persone vicine a Rudolph Giuliani

Kievgate, indagato Rudolph Giuliani

Kievgate, arrestate due persone vicine a Rudolph Giuliani. L’accusa è di violazione delle regole di finanziamento delle campagne elettorali.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Kievgate, indagato Rudolph Giuliani. La notizia è stata riportata dal New York Times secondo cui si starebbe valutando la posizione del legale di Trump, sospettato di aver violato le leggi sulle lobby in occasione delle attività in Ucraina. La notizia arriva pochi giorni dopo quella degli arresti di due persone vicine a Giuliani.

Kievgate, gli arresti degli uomini ‘vicini’ a Giuliani

arrestate due persone vicine a Rudolph Giuliani. La notizia, riportata dal Wall Street Journal, è stata confermata anche dal portavoce della Procura di Manatthan. L’accusa è di violazione delle regole di finanziamento delle campagne elettorali.

Da capire il loro coinvolgimento nella trattativa con l’Ucraina per indagare su Joe Biden e il figlio Hunter. L’inchiesta è stata fortemente caldeggiata dall’avvocato di Donald Trump e nelle prossime ore ci potrebbero essere importanti novità.

Chi sono i due fermati

I due fermati sono Lev Parnas e Igor Furman, di origine ucraina e bielorussa ma ormai da tempo in America. Secondo quanto scoperto dalla Procura, i due hanno nascosto la provenienza straniera dei 325mila dollari trasferiti nel 2018 a un comitato d’azione politica a sostegno della rielezione di Trump.

La coppia avrebbe, inoltre, fatto pressioni su un membro USA perché chiedesse la cacciata dell’ambasciatore americano a Kiev per conto dei funzionari del governo ucraino. Entrambe sono stati portati in carcere di Alexandria con altre due persone incriminate nell’ambito dello stesso caso. Nelle prossime ore possibile un interrogatorio per capire l’eventuale coinvolgimento nel Kievgate.

Donald Trump
fonte foto https://twitter.com/realDonaldTrump

Che cos’è il Kievgate

Con la denominazione Kievgate si intende la presunta indagine che Donald Trump ha chiesto all’Ucraina di fare su Joe Biden e il figlio Hunter. L’obiettivo da parte del presidente americano è quello di ‘screditare’ uno dei favoriti per la vittoria nelle primarie democratiche.

L’ex tycoon non ha mai smentito la richiesta precisando di averlo fatto solo per portare alla luce un caso di corruzioni. Indagini in corso e gli arresti delle due persone vicine a Giuliani potrebbero aprire uno scenario nuovo. E’ stato proprio l’avvocato di Trump a caldeggiare questa indagine nei confronti del leader democratico.

fonte foto copertina https://twitter.com/realDonaldTrump

ultimo aggiornamento: 12-10-2019

X