Milan, multa in arrivo dalla Uefa dopo il ‘no’ al voluntary agreement

Una settimana fa la Uefa ha rifiutato la richiesta del club rossonero di adesione al voluntary agreement. Ora per il Milan sarebbe in arrivo una sanzione dai 5 ai 20 milioni.

Venerdì scorso, 15 dicembre, il massimo organismo continentale del calcio emise il seguente comunicato ufficiale: “La Camera investigativa dell’indipendente Organo di controllo finanziario dei Club Uefa ha analizzato la richiesta presentata dall’AC Milan per quanto riguarda il Voluntary Agreement previsto dal regolamento del Financial Fair Play. Dopo un attento esame di tutta la documentazione presentata e delle spiegazioni fornite, la Camera ha deciso di non concludere il Voluntary Agreement con l’AC Milan. In particolare, la Camera ha considerato che, a oggi, ci sono ancora delle incertezze per quanto riguarda il rifinanziamento del debito che deve essere rimborsato a ottobre 2018 e le garanzie finanziarie fornite dai maggiori azionisti. L’AC Milan continuerà ad essere soggetto all’attuale monitoraggio e la situazione verrà valutata di nuovo nei primi mesi del 2018“. La Uefa fa riferimento all’esposizione di via Aldo Rossi nei confronti del Fondo Elliott, il quale ha prestato ben 303 milioni a Yonghong Li con scadenza per il rientro a ottobre 2018.

La sanzione

Ricevuto il ‘no’ dalla Uefa, ora il Milan deve adoperarsi per raggiungere un accordo diverso, ossia il settlement agreement. Ma le notizie negative per il club di via Aldo Rossi non sono finite. Sulla scorta della decisione del 15 dicembre – secondo quanto riporta Leggo – da Nyon è in arrivo una multa di 5 milioni di euro. Poi, a seconda dei risultati economici che il Milan raggiungerà, c’è una parte sanzionatoria variabile che può raggiungere i 15 milioni, per un totale di 20 milioni. Un bel fardello per l’ad Fassone e per il ds Mirabelli, il quale rischia seriamente di vedere compromesso il mercato futuro. Già a oggi, appare pressoché inevitabile la cessione di qualche big (Donnarumma e Bonucci gli indiziati numero uno).

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 22-12-2017

Fabio Acri

X