Lazio, partitella 3 contro 3 in allenamento. Ma sarebbe contro le regole. Gli allenamenti in gruppo sono consentiti solo dal 18 maggio.

Nelle ore calde per le sorti della Serie A, emerge il caso Lazio, con una partitella 3 VS 3 che infrange le regole sugli allenamenti, che dovrebbero essere individuali fino al prossimo 17 maggio. Solo dal giorno seguente, dal 18, sono consentiti quelli collettivi.

La Lazio accelera (contro le regole): partitella tre contro tre

Ma stando a quanto emerge la Lazio avrebbe anticipato di tempi con una partitella tre contro tre allestita dopo il lavoro individuale e coperta con una rete verde utile a coprire lo stato dei lavori ed eventuali strappi alla regola. Forse.

Ma la partitella clandestina non passa inosservata e le dichiarazioni di Simone Inzaghi, riportate dalla stampa, non sembrano lasciare dubbi particolari. “Siamo tre a tre“, “Guarda che c’è Caicedo alto“, “Non vi fate male, piano“.

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

Il programma di allenamento

Lo stesso programma di allenamento sarebbe stato seguito anche nel turno del pomeriggio. Lavoro individuale, calci al pallone e partitella tre contro tre. Questa volta a dirigere sono i collaboratori del tecnico.

I dettagli sono stati riportati da il Corriere della Sera nell’edizione del 14 maggio.

FIGIC, task force per i controlli

Dopo che il Corriere della Sera ha aperto il caso la FIGC si è mossa rendendo operativa la task force per sorvegliare gli allenamenti delle squadre di Serie A e il rispetto delle norme stabilite dal protocollo.

La ripresa della Serie A

Nei prossimi giorni saranno sciolti gli ultimi dubbi sulla ripresa della Serie A. La data X al momento è quella del 13 giugno ma la trattativa tra il mondo del calcio e quello della politica prosegue senza sosta. E si concluderà solo con la decisione ufficiale del governo, chiamato a sintetizzare le richieste del Cts e quelle dei club.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 15-05-2020


Vertice sul protocollo, il comunicato

Inter, assalto a Mertens