Le parole di Simone Inzaghi al termine di Lazio-Salisburgo, andata dei quarti di finale di Europa League.

Sofferta, voluta, meritata. La Lazio di Inzaghi strappa una vittoria importantissima al Salisburgo nell’andata dei quarti di finale di Europa League. All’Olimpico vince per 4-2 la truppa biancoceleste, con un piede (non di più) in semifinale. Queste le parole del tecnico ai microfoni di Sky Sport, al termine del match: “L’esultanza di Immobile? Non mi ero accorto che era lui, ma ben vengano queste esultanze“.

Inzaghi non può che dirsi soddisfatto: “Il risultato ci sta anche stretto, per quello che si è visto potevamo fare un risultato migliore. Dovevamo e potevamo fare almeno un gol in più, ma non dimentichiamo che il Salisburgo è una squadra forte, una squadra che fin qui aveva perso solo una partita in stagione, che in Europa aveva subito solo cinque gol e che oggi ne ha subiti quattro tutti insieme. Dopo il pareggio non era semplice giocare così. Esultare è giusto, ma il ritorno non sarà semplice“.

Lazio-Salisburgo, le dichiarazioni di Inzaghi nel post partita

L’allenatore biancoceleste ha quindi proseguito: “Quando hai dei giocatori con questa disponibilità puoi sperare che non ci sia stanchezza mentale. Questo è un gruppo che deve continuare a lavorare. È stata una bella serata, ma adesso abbiamo poco tempo. Domenica abbiamo una partita importante a Udine, poi il ritorno di Europa League e poi il derby. Quando troveremo il tempo ho promesso che pagherò alla squadra una cena perché finalmente abbiamo fatto un gol quinto su quinto“.

Simone Inzaghi: “Il rigore non c’era

Simone Inzaghi ha quindi ammesso: “L’avevamo preparata così, ma a dir la verità che il Salisburgo mi ha impressionato più nella partita con la Real Sociedad. Nei sedicesimi hanno fatto una partita molto molto buona. Non è un caso se ha perso fin qui una partita su quarantasei. Il rigore non c’era, ma siamo stati bravi a far quattro gol a una squadra del genere“.

Per concludere, il tecnico ha dichiarato: “Oggi avevo chiesto alla squadra di non regalare l’andata come accaduto nei sedicesimi e negli ottavi. Adesso però dovremo sempre fare un ritorno buono, perché andiamo a Salisburgo e lì loro davanti ai tifosi sono ancora più forti di quel che sembra“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio Europa League Lazio Salisburgo Simone Inzaghi

ultimo aggiornamento: 05-04-2018


Europa League, quarti di finale: Lazio e Arsenal da poker, ok Atletico e Lipsia

Milan, Belotti sempre nel mirino dei rossoneri