Sea Watch bloccata a Catania, la lettera dell’Olanda all’Italia

La Sea Watch non tornerà in mare nelle prossime ore. L’Olanda ha scritto all’Italia chiedendo il fermo nel porto di Catania per ulteriori accertamenti.

CATANIA – “La Sea Watch resti nel porto di Catania in attesa che le autorità olandesi concludano gli ulteriori accertamenti sulla conformità della nave alle normative vigenti, con riferimento all’idoneità al trasporto di un elevato numero di persone per lunghi periodi di tempo“. Questo è il testo del messaggio, riportato da Sky TG24, che l’Olanda ha inviato all’Italia per confermare il blocco dell’imbarcazione per i prossimi giorni.

L’ispezioni delle autorità olandesi sono arrivate dopo quelle italiane per controllare la conformità della nave alle norme del Paese. Le indagini si concluderanno nelle prossime settimane e fino a quando non ci sarà il via libera da parte del governo di Amsterdam.

Sea Watch
Sea Watch (fonte foto: https://twitter.com/SeaWatchItaly)

La Sea Watch si difende: “Le navi di salvataggio non possono soddisfare certe richieste”

Immediata la difesa della Sea Watch con un comunicato, riportato sempre da Sky TG24 – “Le navi di salvataggio – sottolinea la ONG – non possono soddisfare le richieste dell’Olanda. La legge del mare, infatti, afferma che le persone salvate devono essere portate in un porto sicuro il prima possibile. Denunciamo la strumentalizzazione del tema della sicurezza delle persone soccorse allo scopo di ostacolare il salvataggio delle stesse“.

Ancora più duro il presidente Johannes Bayer: “La nostra nave – sottolinea – è pronta e adeguatamente attrezzata per prestare soccorso e assistenza alle persone in difficoltà, ma non siamo un hotel o un ospedale galleggiante e neanche un hotspot. Il nostro dovere è quello di salvare le persone in pericolo in mare e portarle in un posto sicuro il prima possibile“.

La Sea Watch è bloccata nel porto di Catania ormai da diversi giorni dopo aver fatto sbarcare gli ultimi migranti salvati nel Mediterraneo.

fonte foto copertina https://twitter.com/seawatchcrew

ultimo aggiornamento: 14-02-2019

X