Come liberare RAM su qualsiasi computer rapidamente e senza intoppi

Come liberare RAM su qualsiasi computer

Liberare RAM è il modo più semplice ed economico per dare “una spinta in più” al nostro computer quando ci serve migliorare le prestazioni.

A nessuno piacciono i computer lenti. E per quanto non sia possibile trasformare un PC di nove anni fa in uno di ultima generazione, ci sono diversi trucchi che possiamo mettere in pratica. Uno dei più comuni è liberare RAM, in modo da rendere le operazioni più rapide.

Perché liberare RAM aiuta il computer

In maniera estremamente semplice, la RAM è il tipo di memoria più veloce di cui il computer dispone. Ed è quella sulla quale transitano tutte le operazioni. Più memoria riusciamo a liberare, più le diverse operazioni avverranno in modo fluido.

Vediamo di seguito alcuni dei modi più semplici ed efficaci per liberare RAM.

Un riavvio è sempre una buona idea

Se non siamo “appesi” nel bel mezzo di qualche operazione, riavviare il computer, in particolare se non siamo abituati a spegnerlo al termine di ogni utilizzo, è sempre un ottimo modo per svuotare completamente la RAM di tutto il superfluo.

Liberare RAM riavvio

Non è semplicemente un cliché o la risposta che danno amici e parenti esperti per toglierci di torno. Riavviare (o spegnere e riaccendere) un computer o un dispositivo fa si che tutti i programmi vengano chiusi, e tutto venga rimosso dalla RAM in attesa dell’avvio successivo.

Chiudiamo i programmi indesiderati o quelli che non stiamo usando

Per quanto i sistemi operativi moderni siano efficienti nel “congelare” i programmi inutilizzati e a scaricare i loro dati sul disco fisso, ogni applicazione aperta deve necessariamente riservarsi una quantità, anche se minima, di RAM. Chiudere i programmi in modo definitivo significa liberare anche quella porzione.

Liberare RAM programmi attivi

Nel caso di Windows facciamo attenzione anche ai programmi presenti nella tray di sistema (accanto all’orologio). Alcuni di questi possono incidere in modo considerevole sull’occupazione di memoria.

Disinstalliamo i programmi che non usiamo mai

Succede di avere programmi inutili sul computer. Magari li abbiamo installati per provarli, magari ci sono serviti per un certo periodo. Poi ce ne siamo dimenticati. La questione è che alcuni di questi occupano spazio nella memoria perché alcuni elementi si attivano all’avvio.

La cosa migliore da fare sarebbe, per ciascuno, verificare se davvero contiene elementi che si attivano all’avvio. Ma per buona misura, se c’è qualche programma che non apriamo da due anni, disinstalliamolo senza troppe remore. Ci sono molti modi per disinstallare i programmi, e cambiano in base al sistema operativo. Ecco per esempio le soluzioni più rapide per Windows 10.

Controlliamo cosa sta “mangiando” la memoria del nostro computer

Se queste prime soluzioni pratiche non ci danno risultati, quello che possiamo fare è andare direttamente al cuore del problema. Controlliamo attraverso Gestione Attività (Windows), Monitoraggio Attività (MacOS) o il task manager (Linux).

Liberare RAM gestione attività

In questo modo potremo vedere quanta memoria viene occupata da ogni singolo programma, e capire quali possiamo chiudere, o eliminare, per risolvere il problema.

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/black-flat-screen-computer-monitor-1714208/

ultimo aggiornamento: 26-01-2020

X