Il primo turno di elezioni si è concluso con i due candidati favoriti in testa, ora si deciderà il 24 aprile.

Le elezioni presidenziali francesi hanno visto il primo turno concludersi con il presidente uscente Emmanuel Macron al primo posto con quasi il 28% dei voti (27,6%) seguito dalla candidata di destra Marine Le Pen. La leader di Rassemblement National ha totalizzato il 23,4% di voti. La partita per l’Eliseo si deciderà domenica 24 aprile tra i due candidati.

Il presidente Macron ha dichiarato: “Nulla è ancora deciso, quello che succederà nei prossimi quindici giorni è decisivo per la Francia e per l’Europa” cercando di portare dalla sua parte tutti i francesi che ancora non l’hanno votato e che vogliono allontanare il pericolo dell’estrema destra al potere. Dall’altra parte invece Le Pen invita tutti a votarla. “Tutti coloro che oggi non hanno votato per Emmanuel Macron sono chiamati a unirsi al nostro grande progetto nazionale e popolare“.

Al terzo e al quarto posto si sono posizionati i due estremisti: il candidato di estrema sinistra Jean-Luc Mélenchon con il 21,9% ed Éric Zemmour, candidato di estrema destra, con il 7,05%. L’estremista di destra Zemmour ha dato il suo endorsement alla candidata Le Pen invitato tutti i suoi elettori a votare per lei.

Mentre Melenchon ha dichiarato che “non bisogna dare nemmeno un voto a Le Pen“. Gli elettori di Melenchon che sono più del 21% degli elettori potrebbero avere un ruolo chiave al secondo turno. Se realmente tutti votassero per Macron, il presidente uscente porterebbe a casa la vittoria. Il sostegno a Macron è arrivato anche dalla candidata repubblicana Pecresse, che con il suo 5% ha dato il suo endorsement al presidente francese per non far salire all’Eliseo una candidata vicino a Putin.

EMMANUEL MACRON
EMMANUEL MACRON

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I commenti dall’Italia sulle elezioni francesi per Macron e Le Pen

Dall’Italia arrivano i complimenti a Le Pen da Matteo Salvini. I due sovranisti sono sempre stati molto vicini ideologicamente e ora rinnova il suo supporto alla candidata. «Molto bene Marine, siamo felici del tuo successo e orgogliosi del tuo lavoro, del tuo coraggio, delle tue idee e della tua amicizia». Più criptico invece il messaggio di Enrico Letta che dà il suo supporto a Macron con un chiaro riferimento alla vicinanza di Le Pen con Putin. “In Francia ci sarà di nuovo un confronto tra europeismo e nazionalismo. Noi tiferemo per l’europeismo, Putin per il nazionalismo» ha scritto il segretario del Pd.

Resta sulla scia dell’ambiguità il Movimento 5 Stelle con una dichiarazione di Giuseppe Conte che ha detto che pur avendo «una visione complessiva distante da quella di Le Pen, perché stiamo parlando di una visione di una destra conservatrice, sicuramente siamo anche noi molto sensibili a dei temi che sono stati posti anche dalla Le Pen.”

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-04-2022


Covid Quarta dose: “Con queste premesse in autunno potremmo avere una stagione davvero complicata”

Da oggi sciopero degli autotrasporti e compagnie aeree: quanto durano