Clima, nuove manifestazioni in Italia. Il Vaticano: i leader ascoltino i giovani

Clima, nuove manifestazioni in Italia. Il Vaticano: i leader ascoltino i giovani

Nuova manifestazione per il clima in Italia. Diversi i giovani che sono scesi in piazza al grido: “Cambiano il sistema, non il clima”.

ROMA – Un nuovo venerdì di sciopero per il clima. Diversi gli studenti che in Italia, ma anche nel resto del mondo, sono scesi in piazza in questo secondo appuntamento globale del Friday for future, indetto da Greta Thunberg per protestare contro il riscaldamento globale.

Nel nostro Paese i cortei sono stati organizzati in molte città, con striscioni e slogan per lanciare un messaggio ai leader del Paese. “Cambiamo il sistema non il clima“, si legge in uno degli striscioni a Roma. “Se il pianeta fosse una banca, l’avreste già salvata”, dicono gli studenti che continuano a sposare la protesta di Greta Thunberg.

Sciopero manifestazione
Sciopero manifestazione

Clima, il Vaticano si schiera con i giovani

In questa lunga e movimentata battaglia i giovani possono contare nell’aiuto del Vaticano. “Negli ultimi mesi – si legge in una nota del cardinale Peter Turkson riportata dall’ANSA i giovani sono diventati sempre più espliciti, come si rileva, ad esempio, negli imponenti scioperi per l’ambiente. La loro frustrazione e rabbia verso la nostra generazione è palese. Rischiamo di finire per derubarli del loro futuro. Bisogna fare appello ai leader politici ed essere molto più coraggiosi e ad ascoltare il grido drammatico che si leva dalla comunità scientifica e dal movimento dei giovani per il clima“.

Una manifestazione che potrebbe essere ripetuta in futuro. Greta Thunberg in più di un’occasione ha invitato i giovani a scendere in piazza ogni venerdì per esprimere il loro disaccordo sul riscaldamento dell’ambiente. Finora l’appello è stato accolto solo in parte ma non è escluso che nelle prossime settimane ci possa essere il terzo appuntamento con lo sciopero globale che ha sempre visto la partecipazione di diversi studenti. La protesta non ha nessuna intenzione di fermarsi.

ultimo aggiornamento: 24-05-2019

X