Marco Fassone sul mercato del Milan: “Abbiamo speso cento milioni, un altro acquisto e poi pensiamo alle cessioni”

Fassone: “Milan in rosso? In tutto 120 milioni di debito, su oltre 200 di fatturato: è estremamente contenuto rispetto ad altri club“.

chiudi

Caricamento Player...

Intervenuto ai microfoni de Il Corriere della Sera, il fautore della rinascita rossonera Marco Fassone ha fatto il punto sul mercato del Milan fornendo un bilancio di quanto fatto fino a questo momento e anticipando le prossime mosse di mercato: “Direi che abbiamo speso già circa 100 milioni. Ora spero di prendere un altro giocatore, poi tireremo una linea e penseremo alle uscite. Una rosa ipertrofica non aiuta l’allenatore. Infine vedremo che budget resta“.

Marco Fassone hakan calhanoglu

Andrea Conti, il colpo preannunciato del mercato del Milan

Non ci sono dubbi che il prossimo acquisto che spera di completare Marco Fassone sia quello di Andrea Conti, il giovane esterno dell’Atalanta fortemente intenzionato a vestire la casacca rossonera. La distanza con i bergamaschi è ormai minima, e l’impressione è che la trattativa possa andare in porto già nei prossimi giorni.

Marco Fassone assicura: “Debiti? Altri stanno peggio di noi…”

Il dirigente rossonero ha poi parlato della situazione economica del Milan, reduce dalla cessione ai cinesi e dalla fine dell’era Berlusconi: “Il Milan che ho trovato io aveva 75 milioni di debiti che abbiamo trasferito dalle banche al fondo Elliott, che è un po’ più caro, gli interessi sono al 7,7%. Poi abbiamo emesso un bond di 50 milioni per far fronte alle esigenze del mercato estivo. In tutto 120 milioni di debito, su oltre 200 di fatturato: è estremamente contenuto rispetto ad altri club. Non solo. La stagione 2017-2018, visti gli ingenti investimenti, avrà ancora perdite significative e mr Li vi farà fronte con un aumento di capitale. L’acquisizione del Milan è costata oltre un miliardo. Pensare che possa essere fatta senza leve finanziarie mi sembra difficile. E poi mr Li ha dovuto cambiare in corsa il piano per gli ordini del governo“.

HAN LI YONGHONG LI FASSONE
HAN LI YONGHONG LI FASSONE