Massimiliano Mirabelli a 7Gold: "Milan, Bonucci è stato un grande uomo"

Mirabelli: “Milan, Bonucci è stato un grande uomo”

Massimiliano Mirabelli racconta il ‘suo’ Milan: da Gattuso a Bonucci passando per Yonghong Li e Vincenzo Montella.

Intervenuto ai microfoni di 7Gold, l’ex direttore sportivo del Milan Massimiliano Mirabelli ha parlato dei suoi quindici mesi in rossonero facendo il punto sulle scelte di mercato e sul mistero Yonghong Li.

Massimiliano Mirabelli: “Bonucci con noi è stato un grande uomo”

Inevitabile un passaggio su Leonardo Bonucci, l’uomo copertina del Milan di Fassone e Mirabelli che ha voltato le spalle ai rossoneri dopo appena un anno preferendo fare ritorno alla Juve scusandosi con il mondo bianconero.

Di questi tempi, è normale, dire qualcosa per giustificarsi. Bonucci, oltre ad essere un grande professionista, è stato con noi un grande uomo, era il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. È stato un campione vero. Spostare gli equilibri? Era un difensore centrale. Gli equilibri li cambia la squadra o al massimo il centravanti. Abbiamo lavorato perché chiudesse la carriera al Milan. Poi sono andato via, non lo so…”.

LEONARDO BONUCCI Milan
LEONARDO BONUCCI

Massimiliano Mirabelli su Gattuso: “È uno dei più bravi al mondo ma è sottovalutato”

Mirabelli ha poi parlato della rapida ascesa di Gattuso al Milan, diventato in pochi mesi allenatore della Primavera e poi della Prima Squadra: “In quel momento era giusto portarlo in Primavera, Montella aveva conquistato l’Europa League, era giusto dargli fiducia. Gattuso, che è un campione dentro, quando ha smesso di giocare si è subito dimenticato di quello che era stato da calciatore e si è rimesso in gioco da allenatore facendo le sue esperienze.

È uno dei più bravi allenatori al mondo, è sottovalutato, lo si esalta poco. Il Milan gioca un bellissimo calcio. Se provate a immaginare il secondo gol al Napoli, è qualcosa di bellissimo. Il cammino di Gattuso è stato da terzo posto, sa insegnare calcio“.

Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso

Mirabelli sulla proprietà cinese: “Non ci ha mai fatto mancare niente”

Massimiliano Mirabelli ha poi parlato di Yonghong Li: “La proprietà era qualcosa di superiore a quello che facevo io al Milan. Prima di fare qualsiasi passo al Milan ci volevano le garanzie giuste, prima di spendere denaro. C’era un amministratore delegato che aveva i rapporti con la proprietà. Avevamo una proprietà assente nella comunicazione, avevano un’idea non europea, non italiana. Loro, per quanto ci riguarda, quando dovevano fare i bonifici, tranne l’ultimo da 30 milioni, non ci hanno mai fatto mancare niente“.

ultimo aggiornamento: 16-10-2018

X